Napoli, ADL: “I procuratori sono il cancro del calcio. La gente pensa che io sia pazzo!”

Napoli, ADL: “I procuratori sono il cancro del calcio. La gente pensa che io sia pazzo!”

Il presidente partenopeo si lascia andare a forti dichiarazioni, soffermandosi sulla questione legata alla costruzione del nuovo stadio da situare nel capoluogo campano.

Commenta per primo!

Ospite del meeting The Sport Business Summit di Londra, tenutosi a Stamford Brigde, stadio del Chelsea, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis si è soffermato sulla questione relativa alla costruzione del nuovo stadio, chiarendo anche il proprio – polemico – punto di vista sui procuratori, definiti un male incurabile del calcio moderno.

“Koulibaly? Ho rifiutato ben 58 milioni di euro dal Chelsea per lui. Lo stadio di proprietà? Voglio costruire un impianto all’avanguardia, con capienza fissata a 20.000 spettatori. Non è tutto: 5.000 tagliandi andranno tassativamente regalati ai tifosi meno agiati. Il Comune non ha stanziato neanche un centesimo sul San Paolo, il che mi ha creato problemi con la UEFA per la Champions League. I procuratori? Sono il cancro del calcio moderno. La gente a volte mi ritiene un pazzo, non capendo nulla: molti perdono soldi nel business, io invece no”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy