Miccoli: “Napoli, non era mica semplice battere il Benfica. Io come Mertens? Paragone suggestivo”

Miccoli: “Napoli, non era mica semplice battere il Benfica. Io come Mertens? Paragone suggestivo”

Le parole dell’ex capitano del Palermo: “Ho visto la partita di Champions tra i partenopei e i portoghesi. Sarri allenatore straordinario”.

2 commenti

Proprio nei giorni in cui la Procura di Palermo chiede l’archiviazione per Fabrizio Miccoli, coinvolto nell’inchiesta che ha portato a processo Mauro Lauricella (figlio del boss, Antonino), l’ex capitano rosanero torna a parlare pubblicamente.

Lo fa sulle frequenze di Radio Kiss Kiss, per commentare la partita di Champions League che ha visto vincere il Napoli contro il Benfica, sua squadra dal 2005 al 2007. “In questa sfida sono coinvolto emotivamente, Benfica è stata una tappa importante della mia carriera. Gli azzurri hanno giocato contro una squadra forte: il campionato portoghese sarà anche di livello medio, ma le prime tre possono giocarsela con chiunque – ha sottolineato Miccoli -. Giocano la Champions ogni anno e come abbiamo visto il Porto ha eliminato la Roma dalla competizione. Ho visto la partita, ad un certo punto si è incanalata positivamente nei confronti del Napoli. A me piace veder giocare questa squadra, e ciò è il massimo per un tifoso. Sarri è un allenatore straordinario. Se mi rivedo in Mertens? Sicuramente è un paragone suggestivo, partiamo entrambi da sinistra e ci dedichiamo alla fase di finalizzazione. Insigne invece bada più al sacrificio”.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giovanni Sgarlata - 2 mesi fa

    Ma sempre a frantumare i cogl… con questa storia!!! È stato un campione immenso e solo come tale va giudicato. Non si può pretendere da un calciatore che sia anche filosofo e poeta… C’è gente molto più colta del buon Miccoli che dovrebbe essere considerata peggio di lui… E tutti tacciono…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Claudio Augugliaro - 2 mesi fa

    come calciatore era come Miccoli, non somigliava a nessuno, era un grande e basta. Come uomo ha dimostrato di essere fatto di pasta frolla andata a male

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy