Inter, De Boer è il nuovo allenatore: “Nerazzurri perfetti per me, sul calciomercato…”

Inter, De Boer è il nuovo allenatore: “Nerazzurri perfetti per me, sul calciomercato…”

Le prime parole dell’olandese da nuovo tecnico dei nerazzurri.

Commenta per primo!

“Non ci ho pensato un secondo, la situazione è perfetta. Ero un po’ sorpreso dell’interessamento dell’Inter, altri club di Serie A mi avevano cercato e poi hanno scelto allenatori italiani, perciò ho pensato che il mio futuro sarebbe stato altrove“.

Queste le dichiarazioni rilasciate da Frank De Boer da nuovo allenatore dei nerazzurri: l’olandese subentra a Roberto Mancini che ieri mattina ha raggiunto l’accordo con la società interista per la risoluzione del contratto.

Inter, Mancini va via: “Auguro ai nerazzurri un futuro pieno di soddisfazioni”

“Ho avuto contatti con club inglesi, l’Anderlecht o l’Olympiacos, ma quando ho capito che l’Inter faceva sul serio ho voluto assolutamente venire a Milano. L’Inter è un club con una grande storia che ha vinto la Champions League sei anni fa, e vuole tornare a giocare in Champions. È la mia stessa ambizione. La mia filosofia? Formare un mix di giovani ed esperti, far crescere una squadra che giochi alla fine con il mio stile. Adesso in Italia c’è molto di più che una grande scuola di calcio difensivo, è bello vedere giocare la Juve e la Roma. Penso di potere aver successo con la mia filosofia se i giocatori la seguiranno. Perché i giocatori possono vincere le partite, ma solo le squadre vincono i titoli”, ha aggiunto De Boer.

“Ho avuto i primi contatti informali con dei rappresentanti del fondo cinese dopo la sconfitta con il Tottenham, ma non ho voluto che si cominciasse a trattare prima della definizione della situazione con Roberto Mancini. Ho voluto che tutto procedesse secondo una linea di massima correttezza nei suoi confronti”.

“Per me è importante lasciare un’impronta sulla squadra. Quando ho deciso di lasciare l’Ajax mi sono ripromesso di portare con me Orlando Trustfull, perché insieme abbiamo lavorato benissimo. E abbiamo formato uno staff adatto alla cultura del calcio italiano: il vice Kreek ha giocato a Padova e il nostro analista Santoni è italiano e conosce bene il calcio di questo Paese. Quanto a Schoenmaker, parla inglese e portoghese e questo aiuta”.

Si dice che vorrei prendere giocatori dall’Ajax? Non è il momento. È importante adesso capire i giocatori che abbiamo a disposizione, la loro posizione nella squadra, quello che possono dare e quello di cui hanno bisogno. Ma bisognerà fare in fretta, perché la Serie A comincia fra meno di due settimane e abbiamo subito partite importanti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy