Zamparini: “La Fifa è un porcile. Quando parlavo del Milan…”

Zamparini: “La Fifa è un porcile. Quando parlavo del Milan…”

Senza peli sulla lingua. Mai. Quando parla, Maurizio Zamparini, solleva sempre un polverone. “In Inghilterra – dice il patron – non succede che un club, prima, si accordi con i giocatori in scadenza.

Commenta per primo!

Senza peli sulla lingua. Mai. Quando parla, Maurizio Zamparini, solleva sempre un polverone. “In Inghilterra dice il patron – non succede che un club, prima, si accordi con i giocatori in scadenza e, poi, vada a parlare con la società in questione. Da noi invece è prassi, la furbizia ha preso il sopravvento qui da noi”, il parere del presidente del Palermo.

Fermare lo ‘sciacallaggio’ – Con il chiaro riferimento al caso Munoz, il patron friulano aveva, nei giorni scorsi, definito ‘da sciacalli‘ il modus operandi di società (come il Milan), le quali vanno alla ricerca dei calciatori in scadenza di contratto convincendoli a firmare con il proprio club. “Sì, è vero, ho parlato del Milan, ma potrei estendere il discorso ad altri, molti altri club. Non fraintendete. Io non ce l’ho con nessuno – ha aggiunto Zamparini a Libero -. Ho combattuto per molti anni dall’interno del Palazzo una Lega che non è Lega, una Figc che non è Figc, questo è l’esempio di come anche le istituzioni del calcio non funzionino affatto: del resto – conclude –, basta vedere che porcile è la Fifa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy