PALERMO-EMPOLI, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

PALERMO-EMPOLI, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

Di Fabrizio Anselmo
.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Anselmo

Le due squadre che attualmente giocano il miglior calcio d’Italia, si sfidano al Barbera senza esclusione di colpi uscendo dal campo con un salomonico pareggio a reti bianche che accontenta e scontenta tutti. Adesso testa alla sfida col Cesena rilanciato dalla vittoria sull’Udinese e ad appena quattro punti dal quartultimo posto.

SORRENTINO 7 decisivo quando chiamato in causa, sono pochi i portieri che riescono a tenere così alta la concentrazione pur essendo poco impegnati per merito della fase difensiva della squadra.

VITIELLO 7+ partita quasi perfetta per l’ex Siena che domina il reparto arretrato non sbagliando praticamente nulla. Munoz chi?

GONZALEZ 7 in una partita così tattica non servono interventi rudi, ma senso della posizione e anticipi puntuali. Ecco la partita del costaricano.

  • TERZI (dal 13’s.t.) 6,5 pochi interventi ma buoni.

ANDELKOVIC 7- meno elegante dei due compagni di reparto, ma ugualmente efficace, bada al sodo tenendo lontano gli avversari dalle zone calde del gioco.

MORGANELLA 6,5 fin quando è in campo, difende, pressa e garantisce la superiorità numerica sulla fascia sinistra. I tifosi rosanero e di tutta Italia sono in apprensione per le sue condizioni fisiche e per la minaccia di tagliare la barba.

  • RISPOLI (dal 34’p.t.) 6 giocatore diverso rispetto allo svizzero, l’ex Parma cerca di garantire maggiore copertura ma soffre la dinamicità della catena destra dell’Empoli. BELOTTI (dal 23’s.t.) S.V.

RIGONI 7 gioca una partita alla Barreto duettando spesso sia con Vazquez che Dybala.

JAJALO 6,5 non è certamente un regista arretrato, ma davanti la difesa dimostra di saper leggere il gioco offensivo degli avversari interrompendo spesso le trame di gioco degli uomini di Sarri.

CHOCHEV 6,5 tanti recuperi preziosi, tanti passaggi intelligenti e un lavoro di copertura importante per chiudere gli spazi al centrocampo dell’Empoli

DAPRELÀ 6,5 partita concreta quella dello svizzero che non tenta mai il passo più lungo della gamba.

VAZQUEZ 7 una traversa e tantissime buone giocate nel primo tempo, cala un po’ nella ripresa dove Sarri pensa alle contromosse per fargli toccare meno palloni.

DYBALA 7 ogni volta che la palla arriva all’argentino, si ha la netta sensazione che qualcosa di straordinario possa accadere. Pochi centimetri separano Dybala dal gol e il Palermo dai tre punti.

IACHINI 7 più che una partita a calcio è stata una partita a scacchi tra due vecchi volponi che hanno tentato il tutto e per tutto per aggiudicarsi i tre punti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy