Lazio-Empoli, Iachini: “C’è grande rammarico, continuiamo a lavorare. Dobbiamo crescere in fretta…”

Lazio-Empoli, Iachini: “C’è grande rammarico, continuiamo a lavorare. Dobbiamo crescere in fretta…”

Le parole del tecnico degli azzurri al termine della sfida contro i biancocelesti

L’Empoli non riesce più a vincere.

Nonostante il cambio in panchina gli azzurri non trovano i tre punti ormai da otto partite, dal momento che anche questa sera sono stati battuti dalla Lazio in quella che è stata la prima sfida della ventitreesima giornata di Serie A: i biancocelesti hanno trionfato grazie al calcio di rigore trasformato da Felice Caicedo e hanno così conquistato momentaneamente il quarto posto in classifica.

Al termine del match il tecnico del club toscano, Giuseppe Iachini, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Errori decisivi? Nelle ultime cinque, sei partite ci è successo un po’ questo. Cerchiamo di lavorarci ma c’è poco da fare. A volte sbagliamo l’ultima lettura e in Serie A non può succedere. Dietro capita sempre un errore che ci compromette la gara. Oggi la squadra è venuta a giocarsi la partita, abbiamo sbagliato qualcosa nell’ultimo passaggio ma abbiamo concesso poco ad una squadra forte come la Lazio. Peccato per questo episodio che ci ha negato il risultato che i ragazzi avrebbero meritato. Noi continuiamo a lavorare. Nelle ultime partite siamo andati più vicini alla vittoria piuttosto che al pareggio e non abbiamo raccolto punti. Provedel? Lui sa che su quella situazione, essendo pressato, poteva rinviare lungo. Guardiamo avanti senza fasciarci la testa. C’è grande rammarico perché la squadra ha fatto una buona gara. Continuiamo a lavorare per far sì che queste situazioni non si verifichino. Zajc? Stiamo giocando con due punte. Zajc è un ragazzo che ha avuto un’opportunità importante per la sua carriera e la società ha deciso di compiere un sacrificio per andare a migliorare la rosa. Farias sta conoscendo i compagni, deve arrivare ad una condizione importante. Ora si sta alternando con Oberlin, giocatore arrivato da poco. E’ normale che non sia organizzato con i compagni in certi movimenti. Stiamo recuperando anche La Gumina: questi sono i ragazzi su cui contare per fare un campionato di salvezza. Rispetto alle prime giornate, dove giocavamo ugualmente bene, eravamo bravi ad indirizzare le partite. Nelle ultime settimane non siamo riusciti a chiudere noi la partite e, anzi, con qualche piccolo episodio non abbiamo portato a casa quanto meritato. Dobbiamo crescere in fretta perché la Serie A è questa ma sono convinto che correggendo delle sbavature ce la potremo giocare in casa e fuori contro tutti. Dobbiamo lavorare con convinzione, è questo il percorso di crescita di questi ragazzi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy