Lazio-Empoli, Iachini: “Avversari forti, dovremo essere perfetti. Siamo giovani, ma…”

Lazio-Empoli, Iachini: “Avversari forti, dovremo essere perfetti. Siamo giovani, ma…”

Le dichiarazioni del tecnico dell’Empoli Beppe Iachini alla vigilia della sfida contro la Lazio

Si torna in campo domani sera: Lazio-Empoli è l’anticipo della ventitreesima giornata di Serie A.

Il tecnico degli azzurri Beppe Iachini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida dell’Olimpico, ha parlato del momento che i suoi stanno vivendo, anche in relazione ai precedenti risultati: “Per curiosità mi sono fatto raccogliere dei dati. Emerge che siamo l’ottava squadra per pericolosità offensiva e per quello che creiamo. Abbiamo un’identità, lo facciamo sia in casa che fuori. In diverse circostanze abbiamo messo dentro la partita degli errori che danno una percezione diversa di quello che facciamo. Quando non porti a casa quello che meriti è normale che si facciano delle valutazioni. La strada da percorrere è quella del non creare pressione ulteriore sui ragazzi, per molti di loro è la prima esperienza in Serie A. E’ la prima volta anche per me, di solito le mie squadre non prendono gol. Non possiamo abbandonare la filosofia di gioco che abbiamo sposato. Quando abbiamo cambiato lo abbiamo fatto per provare a vincere. A Cagliari abbiamo iniziato in un modo e poi ci siamo messi in un altro, riuscendo a ribaltare la gara; con il Genoa per 70 minuti abbiamo fatto molto bene, poi per provare a vincere ci siamo scoperti e siamo stati puniti. E con il Chievo siamo rimasti dentro la gara nonostante il doppio svantaggio e siamo riusciti a pareggiarla. Se poi la confusione è riferita alle tre punte nel finale, quelle sono state dettate solo dalla voglia di provare a vincere. Siamo giovani, ma questa non è una giustificazione. Gli errori ci possono stare, li rivediamo e cerchiamo di capire dove sbagliamo ma dobbiamo evitare di commetterli perché in questa categoria si paga tutto a caro prezzo. Dal primo giorno parlo di cura del dettaglio e questa è fondamentale e determinante ai fini del risultato. Stiamo battendo il ferro, viaggiamo molto anche di emotività, ma dobbiamo portare avanti la nostra crescita senza sosta”.

Inoltre, l’allenatore marchigiano ha parlato della pericolosità degli avversari, guidati da Simone Inzaghi: “La Lazio è una delle squadre più forti di questo campionato. Hanno giocato lunedì, qualcuno ha riposato e qualcuno lo farà con noi, ma hanno una rosa di livello e sono abituati a giocare gare ravvicinate. E’ una squadra che ha grande abilità, forse la più tecnica del campionato dopo la Juventus. Dovremo essere bravi a non portarli dentro l’area di rigore, hanno un’organizzazione di gioco e di squadra importantissima. Inzaghi conosce bene la sua squadra ed è preparato, sanno indirizzare la partita. Dovremo essere perfetti, senza rinunciare a voler fare le nostre cose. Se in Serie A sei remissivo non porti a casa niente. Continuiamo a credere in quello che facciamo senza guardare gli altri“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy