Cagliari, Borriello: “Non vorrei essere nei panni di Palermo e Crotone”

Cagliari, Borriello: “Non vorrei essere nei panni di Palermo e Crotone”

L’intervista all’attaccante del Cagliari, Marco Borriello: “Siamo decimi in classifica ed abbiamo un buon margine dalla terzultima. Dispiace perdere certe partite come accaduto contro Torino e Lazio”.

Commenta per primo!

Nove gol in questo avvio di stagione, eppure l’ultima rete risale a un mese fa. Marco Borriello è uno dei calciatori del Cagliari che hanno giocato tutte le partite fin qui in campionato.

Il centravanti ex Atalanta, Roma e Milan è stato protagonista di un evento organizzato dal club sardo ieri sera: nel corso di questo incontro coi tifosi ha parlato anche dell’andazzo dei sardi. “Noi vediamo il bicchiere mezzo pieno: siamo decimi dopo dodici partite con 9 punti di vantaggio sulla terzultima. Ci teniamo stretti i 16 punti e non vorremmo essere nei panni di Crotone, Palermo e Pescara. Sia chiaro, sappiamo di aver commesso degli errori, specie fuori casa, e siamo sul pezzo per non ripeterli – ha detto -. Siamo decimi in classifica ed abbiamo un buon margine dalla terzultima. Dispiace perdere certe partite come accaduto contro Torino e Lazio, senza contare che abbiamo tanti infortunati e non siamo mai stati al completo. In carriera mi sono capitate situazione peggiori con Carpi, Reggina e Genoa, ma a novembre non ero decimo perciò oggi mi tengo stretto i 16 punti. Sono ottimista e vedo il bicchiere mezzo pieno”.

SERIE A, QUI LA CLASSIFICA AGGIORNATA

GOL – “Mi manca tanto, ci sono andato vicino contro Lazio e Palermo. E’ ovvio che se la squadra è in difficoltà lo sono anche io. Per quanto mi riguarda corro e lotto per la per i compagni. Con la sosta abbiamo ricaricato le pile e sabato andremo a Verona dove troveremo un Chievo agguerrito, la squadra più fallosa del campionato. Contro di loro ho una buona tradizione, ho segnato tre gol nelle ultime tre partite giocate”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy