Bologna, Gastaldello si pente: “Non sono stato d’esempio, mai espulso per proteste nella mia carriera”

Bologna, Gastaldello si pente: “Non sono stato d’esempio, mai espulso per proteste nella mia carriera”

Le parole del capitano del Bologna, Daniele Gastaldello.

Commenta per primo!

Una furia impossibile da fermare, poi il rosso sventolato dal direttore di gara Maresca.

E’ pentito per quanto fatto e detto Daniele Gastaldello, capitano del Bologna che per proteste domenica ha lasciato in dieci i suoi al 43′ del primo tempo contro il Genoa. Un gesto difficile da dimenticare, da scontare con due giornate di squalifica che lo vedranno ai box contro Lazio e Sassuolo. Intervistato da Sky Sport Gastaldello ha ribadito il suo pensiero: “Devo dire che in 400 partite da professionista non ero mai stato espulso per proteste. Da capitano ho cercato di spiegare le ragioni della mia squadra ma poi non ho più ragionato. Mi sono meritato le due giornate di squalifica e mi dispiace aver lasciato il Bologna in dieci, in parità numerica non avremmo perso. Non sono stato di esempio per i miei compagni più giovani”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy