Baccaglini ai ragazzi detenuti al Malaspina: “Potete farcela, vi racconto cosa ho vissuto io”

Baccaglini ai ragazzi detenuti al Malaspina: “Potete farcela, vi racconto cosa ho vissuto io”

Il presidente del Palermo, Paul Baccaglini, ha incontrato i giovani detenuti del Malaspina: “Da giovane ho dovuto fronteggiare gli stimoli negativi delle strade di New York”.

1 Commento

Mattinata ricca di impegni per il nuovo presidente del Palermo, Paul Baccaglini, che oltre a ricevere a Boccadifalco una delegazione di studenti (con i quali si è messo anche a ballare intonando il coro ‘Salta con noi, Paul Baccaglini!‘ – qui il VIDEO), ha fatto visita ai giovani detenuti del carcere per minorenni ‘Malaspina‘, nell’ambito di un progetto in partenariato anche con Save the Children e l’università degli studi.

Parole profonde per i ragazzi detenuti da parte dell’ex Iena: “Prendere una strada giusta anziché una sbagliata dipende in gran parte dalla vostra forza di volontà. La vita fuori da queste mura potrebbe anche riproporvi le stesse difficoltà che avete conosciuto finora, ma aggrappandovi a una motivazione forte potrete vincere questa sfida. La differenza la fate voi con le vostre scelte”, ha spiegato quello che dal 1 maggio sarà il nuovo patron del Palermo Calcio.

“Sono cresciuto a New York – ha raccontato – ho attraversato vicende familiari difficili e, prima di arrivare in Italia, ho dovuto in un certo senso fronteggiare gli stimoli negativi delle strade di New York, ma mi sono fatto aiutare e ho scelto di vivere le difficoltà come una sfida, come uno stimolo a fare di più. Oggi ho una bella famiglia, il mio lavoro e a trentatré anni sono il più giovane presidente della serie A. Tutti possono farcela, anche voi, perché sono certo che ognuno di voi sa dentro di sé cosa è giusto. Dovete crederci e andare avanti senza farvi condizionare dalle etichette che il mondo vi appiccica addosso. Se ci riuscirete, avrete contribuito a cambiare il mondo in meglio”.

Paul Baccaglini salta coi tifosi: “Zamparini si farà una risata, l’affetto mi responsabilizza. E Tacopina…”

Infine alcune considerazioni sul campionato dei rosanero. “La permanenza in serie A è difficile ma non impossibile – ha proseguito Paul Baccaglini da quanto riportato da PalermoTodaye non smettiamo di crederci. Ai giocatori ho detto che il loro impegno può determinare l’umore di un’intera comunità, e che questo è un privilegio. La stagione ha bisogno di un momento di svolta e quel momento può essere la partita contro il Cagliari”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Stefano Ralli - 6 mesi fa

    Che bravo presidente che ha trovato Zamparini, l’operazione simpatia va avanti a gonfie vele. Prima il pane con la milza, poi santa rosalia, poi i ragazzi del malaspina. Te lo stia proprio guadagnando lo stipendio di Zamparini !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy