Il Papu si scioglie con Del Piero: “Sei il mio idolo, che vergogna parlarti! Futuro? Se arriva offerta top…”

Il Papu si scioglie con Del Piero: “Sei il mio idolo, che vergogna parlarti! Futuro? Se arriva offerta top…”

Il fantasista dell’Atalanta ha risposto alle domande di Del Piero e ha rivelato la sua smisurata ammirazione per l’ex capitano della Juventus.

Commenta per primo!

E’ una stagione indimenticabile per Alejandro Gomez, stella dell’Atalanta che con due gare ancora da giocare ha già in tasca la qualificazione aritmetica all’Europa League.

L’argentino si è imposto come uomo simbolo della squadra bergamasca, trascinando a suon di gol e assist i nerazzurri e facendosi notare anche fuori dal campo per le sue simpatiche trovate sui social network. Nostalgico del calcio degli anni novanta, il Papu ha rivelato tutta la sua ammirazione nei confronti di Alex Del Piero nel corso del post partita del match col Milan, quando si è trovato a rispondere alle domande di quello che è stato uno dei calciatori più importanti della sua adolescenza. “Mi vergogno un po’ a parlarti perché sei stato un idolo per me – ha spiegato con voce tremante ai microfoni di Sky –, guardavo il calcio italiano per poter ammirare le tue giocate. Sono onorato di aver giocato contro di te quel giorno con la maglia del Catania”.

L’argentino ha disputato senza dubbi la migliore stagione della sua carriera. “La mia posizione in campo mi ha aiutato, però la cosa che forse ha fatto la differenza è stata la squadra, perché gli inserimenti di giocatori come Spinazzola rendono tutto più semplice – ha dichiarato -. Il traguardo europeo? Siamo molto contenti anche se volevamo vincere la partita visto come si era messa. Comunque va bene il pareggio contro una squadra forte come il Milan. L’elemento decisivo per questa cavalcata? Il gruppo, senza dubbio. Nel momento di difficoltà, prima di Crotone, con il mister in bilico, lì si è vista la forza e la personalità di questo gruppo: da lì in poi abbiamo fatto un campionato fantastico, superando ogni record dell’Atalanta. La società è molto ambiziosa, possiamo fare ancora meglio. Il mio futuro? Alla mia età giocare per la prima volta in un top club mi piacerebbe, ma qui sto bene ed ho un contratto, se non arriva nessuna offerta irrinunciabile resterò qui. Cosa farò per festeggiare la conquista dell’Europa? Vediamo, faremo un po’ di tutto. Dobbiamo festeggiare, torniamo in Europa dopo 26 anni e dobbiamo essere orgogliosi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy