Curiosità, Bolt lascia il calcio: “E’ stato bello, ma forse non ho fatto ciò che dovevo. Ora via ad altri progetti…”

Curiosità, Bolt lascia il calcio: “E’ stato bello, ma forse non ho fatto ciò che dovevo. Ora via ad altri progetti…”

Il giamaicano annuncia il ritiro dal mondo del calcio, vano il tentativo con i Central Coast Mariners di entrare nel mondo del professionismo

Otto ori olimpici nello sprint non sono bastati.

Termina, dopo appena un anno dal sogno accarezzato e scivolato lentamente dalle mani, l’avventura calcistica di Usain Bolt che attraverso un’intervista all’agenzia Reuters ha annunciato il proprio ritiro: “E’ stato bello finché è durato. E’ stata una bella esperienza. Mi sono davvero divertito a fare parte di una squadra, così differente dall’atletica. Non voglio dire di non averci creduto, ma credo che non l’abbiamo fatto nel modo in cui avremmo dovuto. Impari la lezione, vivi e impari”.

Diversi gli allenamenti nei campi in erba, dal Borussia Dortmund a qualche sporadica seduta con il club del cuore, il Manchester United. L’ultimo club a dargli una possibilità sono stati gli australiani dei Central Coast Mariners, società con la quale ha disputato anche un match siglando una doppietta. I gol non sono bastati per strappare un contratto da professionista, a 32 anni il sogno svanisce: “La vita sportiva è finita, mi sto indirizzando su altre attività professionali. Ho molti progetti in corso, diventerò un uomo d’affari”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy