Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Palermo, senti Ferrara: “Il blasone non basta, per vincere la C serve continuità”

Palermo, senti Ferrara: “Il blasone non basta, per vincere la C serve continuità”

Le dichiarazioni rilasciate da Ciro Ferrara, doppio ex di Juve Stabia e Palermo, in vista della sfida in programma lunedì

⚽️

Non un gol fatto, non un gol subito. Tra poco più di ventiquattro ore, il Palermo di Giacomo Filippi affronterà al "Romeo Menti" gli uomini di Walter Novellino. Una squadra, la Juve Stabia, che non è ancora riuscita a sbloccarsi fra le mura amiche. Intervistato ai microfoni del "Giornale di Sicilia", il doppio ex di turno Ciro Ferrara si è espresso in vista della sfida in programma lunedì sera a Castellammare di Stabia.

"Il Palermo non può permettersi di sottovalutare la Juve Stabia? Assolutamente no, anche perché la Juve Stabia storicamente fa del proprio campo un punto di forza. Il pubblico sugli spalti si fa sentire ed è molto influente, tanto più ora che c’è voglia di tornare allo stadio e c’è fame di calcio, per i risultati ottenuti di recente. Poi è vero che ancora deve sbloccarsi, ma sia la Juve Stabia che il Palermo mi sembrano essere in fase di rodaggio. Hanno entrambe organici per ambire al salto di categoria, però sono in ritardo e non hanno trovato il giusto ritmo, pur avendo un valore molto superiore a quello mostrato finora", ha dichiarato Ferrara che ha vestito la maglia rosanero in Serie B dal 1993 al 1997.

CONTINUITA' -"Penso che alla distanza verranno fuori. Adesso è ancora troppo presto, sono passate solo poche giornate di campionato, siamo in una fase di studio. Sono però convinto che questo campionato si deciderà negli scontri diretti, visto che le pretendenti alla promozione sono tante. Cosa è mancato al Palermo? La continuità. Il Palermo lo ha dimostrato anche in passato di avere degli alti e dei bassi, questo non è da grande squadra. Una grande squadra può fallire una partita, può non vincere una volta, ma poi se ha la continuità di rendimento arriva a vincere il campionato".

SERIE C -"La Serie C, per una piazza come Palermo, in che modo andrebbe affrontata? Palermo ha fatto anche la C2, dopo che sono andato via è retrocesso ed è stato ripescato. Il blasone da solo non basta ad affrontare e proprio a Palermo lo dovrebbero sapere bene. Ci vuole una società solida alle spalle, il Palermo ha fatto grandi cose quando ha avuto presidenti importanti. Una volta venuta a mancare questa forza, non c’è stata più la solidità che ti permette di investire in giocatori importanti. Poi, anche se hai una buona squadra, non è detto che riesci a vincere in questa categoria. Lo dimostra soprattutto il girone C: è un girone rognoso, pieno di squadre che non mollano mai. Anche chi è dato per spacciato, gioca sempre col coltello tra i denti. Il Palermo, d’altronde, lo ha già visto", ha concluso Ferrara.

tutte le notizie di