Iran, il ventitreenne Azmoun dice addio alla Nazionale: “Troppe critiche, mia madre sta male”

Iran, il ventitreenne Azmoun dice addio alla Nazionale: “Troppe critiche, mia madre sta male”

L’attaccante iraniano Sardar Azmoun annuncia l’addio alla Nazionale ad appena ventitré anni

Una vittoria ed un pareggio non sono bastati a condurre agli ottavi di finale del Mondiale 2018 l’Iran di Carlo Queiroz, che, nonostante un girone di ferro con Portogallo, Spagna e Marocco come avversarie, ha tenuto fino all’ultimo i tifosi con il fiato sospeso, mancando per un pelo la qualificazione alla fase successiva della competizione.

VIDEO Russia 2018, Iran-Portogallo 1-1: Quaresma, che trivela! L’errore di Ronaldo…

Le prestazioni più che lodevoli dei giocatori del Tim Mellì, tuttavia, non li hanno sottratti alle critiche ed a farne le spese, stavolta, è stato l’attaccante ventitreenne Sardar Azmoun, definito il Messi iraniano, il quale poco prima di allontanarsi dalla Russia ha comunicato attraverso il suo profilo instagram il suo addio alla Nazionale, proprio a causa dei giudizi che hanno segnato nell’animo lui e la sua famiglia.

Ero felice in questo periodo perchè mia madre è riuscita a vincere una brutta malattia. Ma le critiche che abbiamo subito io e i miei compagni le hanno di nuovo rovinato la salute. Per questo motivo mi trovo davanti ad una scelta ed ovviamente prediligo la mia famiglia. E’ una decisione molto complicata per me, che ho fatto tanti sacrifici per arrivare a giocare in nazionale ed ho 23 anni”, queste le parole che il centravanti del Rubin Kazan ha affidato ad un post sui social network.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy