Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

CALCIOMERCATO SERIE A

L’ex Palermo Maniero: “Juventus, Vlahovic top. Inter-Gosens? Non capisco una cosa…”

Filippo Maniero

Le operazioni Vlahovic-Juventus e Gosens-Inter, hanno infiammato la sessione invernale di questo calciomercato che il prossimo 31 gennaio chiuderà i battenti alle ore 20. L'ex Palermo, Venezia e Milan, Filippo Maniero ha così commentato

Mediagol ⚽️

Fu l'ultimo del travaso "Zampariniano" dal Venezia al Palermo. Il primo ad andarsene dopo la sconfitta rosanero contro il Lecce, che disintegrava il sogno promozione dell'allora patron del club siciliano, Maurizio Zamparini - al suo primo alla guida del club di viale del Fante -, cavalcata che si sarebbe poi concretizzata nella stagione successiva con la storica promozione del Palermo nella massima serie, dopo ben trentadue anni e senza "SuperPippo", ceduto ad inizio stagione al Brescia, nell'affare che portò Luca Toni in rosanero. FilippoManiero, ex Milan e Torino, tra le altre, è intervenuto ai microfoni di One Station Radio per affrontare le tematiche di attualità in chiave calciomercato.

VLAHOVIC-JUVENTUS  -"Il sostituto Cabral alla Fiorentina? E' semi-sconosciuto, dipenderà da lui. Vlahovic ha dimostrato tutto il suo valore, dal vivo mi sono reso conto che è veramente una forza della natura. Oltre ad essere bravo tecnicamente è devastante anche fisicamente. Ho visto i difensori contro di lui e sapeva tenere palla e proteggerla. La Juventus ha fatto un grandissimo colpo, non so la Fiorentina fino a che punto è riuscita a rimpiazzarlo. Vlahovic e Osimhen? Mi piacciono entrambi, Osimhen ha dimostrato il proprio valore. Entrambi hanno caratteristiche diverse ma fanno la differenza per la propria squadra. Mezza palla che hanno la buttano dentro, sono il classico attaccante che ogni squadra vorrebbe. Per i gol Vlahovic, ma in assoluto entrambi".

GOSENS-INTER -"Gosens? Non so perché l'abbiano ceduto ora, sembra la situazione di Gomez l'anno scorso. Non so entrando nel merito delle strategie della società quali siano le loro idee - prosegue Maniero - ma al di fuori sembra strano. Non è stato ceduto all'estero ma contro una squadra che è una diretta concorrente. Suona strano, ma il mercato degli ultimi anni non va valutato come ai miei tempi. Ora ci sono tanti giocatori che vanno a scadenza di contratto che o firmava o stava in panchina tutto l'anno. Ora gioca ed ha la fascia di capitano fino a fine campionato. E' successo con Insigne quest'anno, lo scorso con Donnarumma. Lo dico a favore delle società, ma quando giocavo io succedevano raramente queste cose".

MILAN E USATO GARANTITO -"Non è un errore puntare su Ibra e Giroud ma bisogna essere onesti e sinceri nel capire ad inizio anno se possono essere calciatori che ti danno il 100% tutta la stagione oppure no. Se stanno bene fanno la differenza, se poi l'età conta e ti trovi in questa situazione è una cosa che la società ha messo in preventivo ad inizio stagione".