Atletico Madrid, Griezmann: “Punto al Pallone d’Oro, ci sono tre mesi per dare tutto. Credo di essere al top, ma…”

Atletico Madrid, Griezmann: “Punto al Pallone d’Oro, ci sono tre mesi per dare tutto. Credo di essere al top, ma…”

Il fuoriclasse francese si racconta tra sogni e obiettivi futuri: ” Sono nel momento migliore della mia carriera ma non ho intenzione di segnare cinquanta gol”

Dopo l’ottimo inizio in Nations League con la sua Francia, Antoine Griezmann, si concentra su se stesso.

Rimasto all’Atletico Madrid nonostante le voci insistenti di mercato che lo volevano lontano dal club spagnolo l’attaccante classe 91′, intervenuto ai microfoni del quotidiano ‘As’, ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a rimanere alla corte del ‘Cholo’ Diego Simeone: “Sono rimasto all’Atletico Madrid perché voglio sentirmi bene e sentirmi amato. Fosse stata una questione di soldi sarei andato in Cina. Futuro? Mi piacerebbe un tributo come quello che è stato dedicato a Fernando Torres. Arrivo a questa stagione dopo aver vinto l’Europa League con l’Atletico Madrid e il Mondiale con la Francia. Sono nel momento migliore della mia carriera. Devo ringraziare i compagni di squadra e gli allenatori. Sono fortunato e spero di continuare così. Non avrei mai immaginato di poter arrivare a questo punto e alzare così tanti trofei. Era il mio obiettivo. Il Mondiale era il mio sogno da quando ero bambino. Ma anche l’Europa League e la Supercoppa“. 

Escluso dai finalisti del premio ‘The Best’,  il fuoriclasse francese, si lascia andare a qualche dichiarazione al veleno: “È un premio FIFA ed è un peccato che non ci sia nessun campione del mondo nominato. Abbiamo fatto una grande Coppa del Mondo e tutta la squadra ha meritato un premio: Mbappé, Varane, Kanté, anche se non si è detto molto su di lui che ha giocato una grande competizione. Anche io penso di aver giocato bene. Non c’è nessun francese, questo mi ha sorpreso. Ora guardiamo avanti, non indietro. Tra l’altro io penso al Pallone d’Oro. Credo sia il premio che ha maggiore prestigio, più storia, ce l’ho nella testa e ci sono tre mesi per dare tutto e poi vedremo cosa succede”. 

Obiettivi futuri: Non ho intenzione di segnare cinquanta gol, ma sto cercando di aiutare in modo offensivo e di lavorare per la squadra. Credo di essere al top in questo momento, ma posso e devo ancora migliorare. Cerco di essere il più completo possibile. Qualcuno dice che sono il migliore del mondo? Ci sono diversi modi di guardare il calcio. È chiaro che sono un giocatore diverso da Cristiano Ronaldo, Messi, Neymar o Mbappé – ha concluso Griezmann –“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy