LA DOMENICA MAGICA DI PAULO DYBALAIL FOLLETTO DI LAGUNA LARGA STENDE LA SAMP E IL PALERMO TORNA A VINCERE

LA DOMENICA MAGICA DI PAULO DYBALAIL FOLLETTO DI LAGUNA LARGA STENDE LA SAMP E IL PALERMO TORNA A VINCERE

Di Francesco Caruana Alzi la mano chi avrebbe detto che linfortunio occorso a Fabrizio Miccoli nel finale della sfida contro la Roma sarebbe stata la premessa del ritorno alla vittoria del Palermo..

Commenta per primo!

Di Francesco Caruana Alzi la mano chi avrebbe detto che linfortunio occorso a Fabrizio Miccoli nel finale della sfida contro la Roma sarebbe stata la premessa del ritorno alla vittoria del Palermo. A una settimana dalla disfatta dellOlimpico e a un mese e mezzo dallultimo sorriso regalato ai propri tifosi, il 4-1 interno contro il Chievo, i rosanero ritrovano la vittoria contro la Sampdoria e lo fanno grazie a Paulo Dybala, indiscusso protagonista del 2-0 contro i blucerchiati. Dalla tripletta del “Romario del Salento” che aveva steso il Chievo alla doppietta della “Joya” argentina contro la Samp. Due gol da vero attaccante darea per il ragazzino di Laguna Larga, arrivato in estate dalla Serie B argentina con il pesante fardello di nuovo crack del calcio albiceleste. I 12 milioni di euro spesi dal Palermo per acquistarlo, se da una parte erano una grande dimostrazione di fiducia della società di Viale del Fante -che di talenti sudamericani se ne intende, avendo portato in Italia negli ultimi anni gente del calibro di Javier Pastore, Edinson Cavani ed Abel Hernandez- , potevano diventare un ulteriore peso per Dybala, proiettato dal calcio di casa sua (in Seconda Divisione, tra laltro) ai grandi palcoscenici della Serie A. Ma la “Joya”, il gioiello, ha dimostrato tutto il suo valore: il tempo necessario per ambientarsi a luoghi, stili di vita e tipologie di calcio completamente diversi, e il 18enne Paulo ha dimostrato di saperci fare sul rettangolo verde. Contro la Sampdoria tante occasioni propiziate o non sfruttate, un movimento perpetuo tra i difensori blucerchiati e soprattutto due gol con il suo sinistro, uno da rapinatore e uno da attaccante che vede sempre la porta. Miccoli può riprendersi tranquillamente dal problema alla coscia, il Palermo ha trovato un piccolo grande Dybala: semmai, sarà compito di Gian Piero Gasperini trovare il bandolo della matassa quando il capitano tornerà a disposizione. Faccia pulita e istinto da killer darea di rigore. Cosa si può chiedere di più alla “Joya”?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy