Vice-sind.Palermo: “Questore ha detto che…”

Vice-sind.Palermo: “Questore ha detto che…”

“Il direttore generale del Palermo ha chiamato la Lega di Serie B e la Lega, secondo quelli che sono i suoi regolamenti, ha detto che non ha mai concesso questa autorizzazione e non possiamo dare.

Commenta per primo!

“Il direttore generale del Palermo ha chiamato la Lega di Serie B e la Lega, secondo quelli che sono i suoi regolamenti, ha detto che non ha mai concesso questa autorizzazione e non possiamo dare questo permesso. Lo potrebbe dare solo il questore per motivi di ordine pubblico. Guarda caso, io avevo il questore vicino poiché partecipavamo entrambi ad una riunione per altri motivi, e le ho girato la questione. Lei – perchè il questore di Palermo è una donna, Maria Rosaria Maiorino – è rimasta meravigliata chiedendomi quali fossero i motivi di ordine pubblico, perchè effettivamente non ce ne sono. “Non sta a noi”, ha aggiunto il questore “poter dare un’autorizzazione del genere”. Fatto questo, io posso dire che mi dispiace che la Lega non abbia potuto dare questo permesso, ma la Lega ha ripetuto non ha mai dato autorizzazioni del genere e bisogna crederci”. Lo ha detto il vice-sindaco di Palermo, Cesare Lapiana, intervistato da Radio Time. “Perché a quel punto la Lega ha detto che nessuna richiesta le è stata inoltrata? Questo non lo so, avranno certamente riferito male. Io non so che dire. La Lega ha risposto in maniera piccata. Anche se noi avessimo fatto una richiesta ufficiale, con raccomandata, sempre ai sensi del decreto legislativo 9/2008, mi avrebbero detto ‘no’ tramite una raccomandata. Ce lo siamo detti in questa maniera, diciamo per via non-ufficiale, e basta. Pazienza. Mi dispiace non poterlo fare.
Tutto nato perché la Lega dice che non è stata fatta una richiesta ufficiale? No, perché anche se l’avessimo fatta per via ufficiale, avremmo avuto una risposta negativa. La Lega dice che non può decidere, ma deve farlo il Prefetto o il Questore? Il Prefetto e il Questore possono decidere solo se si tratta di motivi di ordine pubblico, non se è una cosa di piacere, di pubblico spettacolo
“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy