Tifosi Costa Rica: “Altro errore difensivo. Giancarlo Gonzalez, che ti succede?”. La risposta del Pipo: “Sono un essere umano, prometto di non sbagliare più”

Tifosi Costa Rica: “Altro errore difensivo. Giancarlo Gonzalez, che ti succede?”. La risposta del Pipo: “Sono un essere umano, prometto di non sbagliare più”

Due défaillance che cozzano con le prestazioni a cui Giancarlo Gonzalez ha abituato i tifosi del Palermo. Nei due impegni con la propria Nazionale, il Pipo ha lasciato a bocca aperta anche i.

Commenta per primo!

Due défaillance che cozzano con le prestazioni a cui Giancarlo Gonzalez ha abituato i tifosi del Palermo. Nei due impegni con la propria Nazionale, il Pipo ha lasciato a bocca aperta anche i sostenitori dei Ticos, sbalorditi da alcuni errori che solitamente il centrale classe ’88 non commette. “Forse è un momento difficile per lui”, ipotizza qualcuno di loro. “Ti stiamo comunque vicino, Pipo. Sei il difensore più forte del nostro Paese”, il coro dei fedeli costaricensi. Attestati di stima e solidarietà che suscitano la seguente risposta di Giancarlo. “Devo ringraziare i tifosi che mi continuano a stare vicino e supportarmi. Io mi devo bacchettare: sono errori che non possono più succedere. Fortunatamente sono capitati in due incontri amichevoli, il secondo dei quali è stato comunque vinto dalla Costa Rica (contro l’Uruguay, ndr). Ma quando le partite inizieranno a contare, non potrò più permettermi disattenzioni di questo genere – dice El Pipo da quanto tradotto da Mediagol.it -. Cosa mi è successo? Sono pur sempre un essere umano, posso anche sbagliare”. Eccesso di sicurezza? Il Pipo non esclude. “Certe volte, quando sei costretto a disputare tante gare nel giro di pochi giorni, devi avere molta fiducia nei tuoi mezzi, forse io ne ho avuta troppa. La cosa che posso promettere è che nelle partite per cui vincere sarà fondamentale, non assisterete a nessuna mia leggerezza difensiva”, conclude Gonzalez.

Giancarlo Gonzalez: “Se voglio andare a giocare in un top club europeo, devo migliorare anche questi aspetti. Potevo rimanere a piangere e rammaricarmi, ma…”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy