Sorrentino: “Solo guardare Zoff mi intimidiva. Zeman? Mi sarebbe piaciuto averlo come tecnico”

Sorrentino: “Solo guardare Zoff mi intimidiva. Zeman? Mi sarebbe piaciuto averlo come tecnico”

“L’esperienza alla Lazio è stata un soffio. Poche emozioni se non la possibilità di allenarmi con i campioni. E’ rimasta l’amicizia con Carlo Cudicini. Un anno passa velocemente,.

Commenta per primo!

“L’esperienza alla Lazio è stata un soffio. Poche emozioni se non la possibilità di allenarmi con i campioni. E’ rimasta l’amicizia con Carlo Cudicini. Un anno passa velocemente, ricordo con piacere l’allenatore Mimmo Caso”. Queste le parole di Stefano Sorrentino, intervistato dal Corriere dello Sport. Il portiere del Palermo, con un passato tra le fila della Lazio, ha parlato anche di Zdenek Zeman e Dino Zoff. “Non ho episodi che mi legano a Zeman, frasi che mi siano rimaste impresse. Mi sarebbe piaciuto però averlo come allenatore. Zoff? Imbarazzante perfino guardarlo in faccia. E’ l’icona del calcio italiano. Non ho mai chiesto neanche un autografo. Sono abbastanza timido anche se non sembra – ha dichiarato il numero uno rosanero -. Si stava in silenzio, in punta di piedi e in un angolino. Parare rigori? Magari fosse così semplice. La mattina della partita, studio i rigoristi avversari. Graziano? Forte fisicamente. Ci sentiamo ancora, un matto scatenato. Da lui ho imparato che ci vuole equilibio sia nell’errore che nella grande parata. Bisognerebbe ragionare come lui”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy