Rigoni: “Palermo, ho scelto il numero 27 per lasciare il segno. Iachini è come un padre, suo futuro…”

Rigoni: “Palermo, ho scelto il numero 27 per lasciare il segno. Iachini è come un padre, suo futuro…”

C’è spazio anche per parlare di Giuseppe Iachini nel corso dell’intervista rilasciata da Luca Rigoni al Corriere dello Sport. Il centrocampista del Palermo si è espresso sul futuro del.

Commenta per primo!

C’è spazio anche per parlare di Giuseppe Iachini nel corso dell’intervista rilasciata da Luca Rigoni al Corriere dello Sport. Il centrocampista del Palermo si è espresso sul futuro del tecnico marchigiano – nel mirino di Sampdoria, Fiorentina e Sassuolo in vista della prossima stagione. “Iachini ancora non ha parlato con noi, ha altri due anni di contratto quindi non ci poniamo problemi. Per me è stato sempre come un secondo padre. Mi ha voluto in tante battaglie – ha dichiarato Rigoni -. Forse meglio si fosse innamorato di Messi, col mister le responsabilità crescono. Iachini ha avuto un bel peso nella mia scelta, così come una piazza da grandi ambizioni. Ho voluto il 27 come Pastore e Ilicic, per lasciare il segno. Mi ha portato bene, è un numero che pesa ma sono contento per questa stagione ricca di soddisfazioni. Intanto, vogliamo finire in crescendo, poi Iachini saprà cosa fare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy