PRIMOPIANO: BOLZONI CARICA L’AMBIENTE

PRIMOPIANO: BOLZONI CARICA L’AMBIENTE

La grinta di Francesco Bolzoni
.

Commenta per primo!

Ancora nessun gol in questa stagione per Francesco Bolzoni che, da uomo di rottura del centrocampo rosanero, ha fatto chiarezza proprio sull’importanza che i centrocampisti di Iachini potrebbero assumere sotto il profilo realizzativo, nonostante in questa stagione l’unico a mettere a segno una rete sia stato Luca Rigoni. Lo stesso Bolzoni dopo le ottime prestazioni regalate dal suo compagno di reparto Enzo Maresca ha riscoperto un nuovo ruolo in mezzo al campo che può dare sfogo alle sue doti di trascinatore del centrocampo.

Ritiro decisivo. “Le prime giornate hanno un po’ alterato i valori: le difficoltà all’inizio per l’inserimento dei nuovi ci possono stare. Dopo il ritiro a Gradisca di Isonzo ci siamo ripresi. Il gol al 92′ contro il Cesena forse ci ha fatto svoltare. Speriamo di continuare a fare così”.

Gruppo unito, fiducia in Iachini. “Tutti hanno dato il contributo alla causa del Palermo, tutti possono aiutarci a raggiungere l’obiettivo: da una parte c’è lo zoccolo duro della B, dall’altra i nuovi arrivi, si è creato un bel gruppo. C’è anche fiducia da parte del presidente nei confronti del mister: posso assicurarvi che non abbiamo mai avuto il sentore di un suo possibile esonero”.

Maresca leader indiscusso. “La differenza non l’ha fatta solamente lui: io penso ad incidere sui match vittoriosi siano stati circa quattordici giocatori. Tutti coloro che sono stati chiamati in causa hanno dato una svolta dopo il Cesena. Sicuramente Enzo ci dà più esperienza, ma a prescindere da ciò chiunque giochi penso possiamo mettere in difficoltà chiunque ci affronti. Come compiti per me cambia poco, il mio lavoro è sempre quello, non mi risparmio sempre e comunque”.

Contro Genoa nessuna rivalsa. “No, sapevo già che quando sono andato in ritiro con loro sarei poi andato via. Quindi per me sarà una gara come le altre. Se ci vorrà un approccio aggressivo? Questo atteggiamento lo richiede ogni match, in verità. L’anno scorso magari potevano bastare altre qualità, quest’anno invece ci vuole anche la cattiveria e la voglia di fare punti. Dobbiamo dimostrare ogni volta di essere dei duri”.

Massima attenzione al Ferraris. Il Genoa è una squadra che non molla mai, difficilmente parte con la convinzione di avere già vinto e sottovalutando l’avversario. Quindi dovremo fare molta attenzione. Se può essere uno svantaggio per noi il fatto che Gasperini ci conosca? Non credo. Il Palermo nel frattempo ha cambiato volto: Iachini sa come schierarci per mettere in difficoltà il Genoa”.

Il ruolo più congeniale. “Quale ruolo più congeniale per me? Sono sempre stato convinto di trovarmi meglio in un centrocampo a due, invece ora gioco meglio a tre. Per me è uguale, dove mi mette il mister gioco”.

Centrocampisti sterili in fase realizzativa. “Nove gol su dodici li hanno fatti gli attaccanti, cosa significa? Che gli attaccanti fanno il loro dovere. Noi centrocampisti se riusciamo a segnare è meglio per la squadra, ma è un po’ diverso, bisogna che capiti il pallone giusto, nel momento giusto”.

Salvezza? Ecco la promessa. “Cosa potrei tagliare a fine stagione se tutto va bene? Beh, non c’è più niente da tagliare ormai, visto che i capelli sono corti e la barba pure. Speriamo però di avere qualcosa da festeggiare e allora qualcosa da fare ci verrà in mente”.

http://www.mediagol.it/palermo/primopiano-bolzoni-carica-lambiente/

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy