Perinetti: “Fui vicino al Venezia quando Zamparini andò via. Ricordo che quando ero al Palermo…”

Perinetti: “Fui vicino al Venezia quando Zamparini andò via. Ricordo che quando ero al Palermo…”

“Ero stato vicino al Venezia nell’estate 2002. Zamparini se n’era appena andato e mi chiamò Franco Dal Cin, in quel momento non me la sentii di accettare e pochi mesi dopo tornai al Napoli”..

Commenta per primo!

“Ero stato vicino al Venezia nell’estate 2002. Zamparini se n’era appena andato e mi chiamò Franco Dal Cin, in quel momento non me la sentii di accettare e pochi mesi dopo tornai al Napoli”. Lo ha detto Giorgio Perinetti, intervistato da Il Gazzettino. L’ex responsabile dell’area tecnica del Palermo potrebbe ripartire dalla Serie D e dal Venezia Calcio. “Quand’ero alla Juve ricordo una gelida trasferta novembrina al Penzo in Coppa Italia: ci qualificammo con un 2-2 ai supplementari, grazie ad un gol di sinistro di Ferrara che Lippi ‘alla disperata’ aveva schierato attaccante nel finale. Nel 93/94, invece, ero a Palermo, e perdemmo 1-0 perché il portiere Mareggini tentò un dribbling e si fece soffiare il pallone decisivo da Campilongo. La Serie D non è una categoria facile, ci sono anche difficoltà operative, ma dal mio punto di vista tutto ciò è uno stimolo enorme. Venezia mi stuzzica molto – ha dichiarato Perinetti -. Ci siamo già sentiti, dovremo incontrarci e confrontarci, ad oggi non tutto è definito ma non escludo affatto di venire a Venezia. Se mi richiamano e sono interessati io sono pronto a lavorare per la ‘crescita rapida’ del progetto. È chiaro che tutti vorrebbero essere al Real Madrid, a me però la categoria interessa relativamente ed è secondaria rispetto alla possibilità di lavorare come si deve e con certe prospettive di sviluppo. Non a caso in carriera mi è capitato di passare dalla Juventus al Como proprio perché ragiono così”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy