Palermo: Zamparini in città, vuole caricare l’ambiente in vista del Milan. E domani summit con Triulzi, agente di Dybala. La situazione

Palermo: Zamparini in città, vuole caricare l’ambiente in vista del Milan. E domani summit con Triulzi, agente di Dybala. La situazione

Commenta per primo!

Dopo la sosta per le Nazionali, ecco il Milan. Un interessante esame per il Palermo di Beppe Iachini che ritrova alcuni dei pilastri a cui difficilmente ha potuto rinunciare nel corso della stagione, vale a dire Giancarlo Gonzalez e Achraf Lazaar (entrambi rientrati in campo dopo due infortuni abbastanza seri). Una vittoria farebbe tornare i rosanero nella colonna sinistra della classifica e permetterebbe di agganciare a 38 punti proprio il Milan di Pippo Inzaghi. Insomma, un eventuale successo riaccenderebbe l’entusiasmo in casa rosa, motivazioni che sembravano mancare nelle recenti uscite.

Ci vuole Zamparini – In fase di preparazione in settimana, Iachini ha chiesto massima attenzione e concentrazione ai suoi uomini; o almeno, a quelli che sono rimasti in Sicilia, perché ben sette giocatori hanno dovuto rispondere alla convocazione dei commissari tecnici delle rispettive Nazionali. Ma da ieri l’intero gruppo è a disposizione del mister marchigiano (fatta eccezione per Morganella, ancora out e alle prese con le fisioterapie). Da ieri sera è presente a Palermo anche il numero uno del club di viale del Fante, Maurizio Zamparini: il patron rosanero è solito far visita alla squadra alla vigilia dei match più sentiti (l’ultima volta era capitato in occasione di Palermo-Juventus disputatosi alle idi di marzo). Ma Zampa non è in città solamente per motivare l’ambiente rosanero.

Summit di mercato – Come annunciato dei giorni fa, venerdì il presidente rosanero incontrerà Pierpaolo Triulzi, agente di Paulo Dybala, per iniziare a parlare seriamente del futuro del giovane argentino. La fine del campionato incombe e Zamparini vuole stringere i tempi: Dybala preferisce restare in Italia, ma se proprio deve essere estero, va bene l’Arsenal di Arsene Wenger (società che peraltro ha già formulato una soddisfacente offerta ai rosa per l’ex Instituto de Cordoba). Al patron del club di viale del Fante poco interessa la destinazione, bensì che le sue richieste vengano esaudite. 40 milioni tondi e Dybala può partire. L’impressione, però, è che fino alla fine l’entourage del calciatore spingerà il patron ad accettare un’offerta ben studiata da parte dei bianconeri: soldi (non di certo 40 mln) più una contropartita tecnica. In questo senso, l’incontro di domani potrebbe essere decisivo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy