Palermo, strategie ed obiettivi del calciomercato di gennaio: rebus Nestorovski, svolta Coronado. Le mosse in entrata di Lupo…

Palermo, strategie ed obiettivi del calciomercato di gennaio: rebus Nestorovski, svolta Coronado. Le mosse in entrata di Lupo…

Non sarà di certo una sessione di mercato semplice quella che si prospetta a gennaio per il direttore sportivo Fabio Lupo. Migliorare la rosa senza alterare gli equilibri di una squadra che vince, gestire l’assalto a Nestorovski, trovare giuste soluzioni per chi gioca meno. Guardare al futuro senza dimenticare il presente….

Strategia-Lupo

Una sessione di mercato quantomai complicata per il direttore sportivo rosanero Fabio Lupo.

L’istanza di fallimento depositata dalla Procura di Palermo presso il Tribunale pende come una minacciosa spada di Damocle. L’udienza fissata per sabato 16 dicembre, giorno di Palermo-Ternana, potrà non essere dirimente ma fornire qualche indicazione in più relativamente alla situazione finanziaria e patrimoniale del club con eventuali rischi annessi.

Le memoria difensiva presentata dal team di legali incaricati da Maurizio Zamparini, di concerto con il presidente Giovanni Giammarva, punta a dimostrare solvibilità, solidità e trasparenza contabile in sede di bilancio. L’auspicio della società è quello di smontare la tesi della Procura e scongiurare il rischio dell’avvio di una vera e propria procedura fallimentare.

Quanto, e se, questo iter giudiziario condizionerà la sessione invernale del mercato del Palermo non è al momento dato saperlo.

Fabio Lupo ha condotto in maniera brillante, lungimirante ed oculata la sessione estiva.

Tra conferme eccellenti ed innesti di qualità e prospettiva, è riuscito a mettere a disposizione di Tedino un organico in grado di primeggiare nel torneo cadetto.

La qualità dell’opera prestazionale svolta dal dirigente abruzzese è stata inconfutabilmente certificata, ad oggi, dal verdetto insindacabile del terreno di gioco e dal meritato primato in classifica.

Il must è consolidare e mantenere questa posizione fino al termine di una stagione ancora lunga ed estenuante.

Come migliorare ulteriormente la qualità di questa rosa? Come rifinirla e completarla, elevandone ulteriormente cifra tecnica e varietà di opzioni?

Quesiti a cui dovrà rispondere, con i fatti, il direttore sportivo del Palermo. Paradossalmente, quando una squadra vince, ed in fondo convince, integrare nuovi e funzionali tasselli nel mosaico non è esercizio semplice. Il rischio di pregiudicare equilibri virtuosi raggiunti con lavoro e fatica, sotto il profilo tattico e gestionale, è oggettivamente alto.

Tuttavia, la finestra di gennaio va vissuta e sfruttata, per limare i difetti ed inserire il turbo ad una squadra che vuole imprimere un’accelerazione al suo campionato.

Tracciando un solco dal gruppetto nutrito delle potenziali concorrenti ed evitando di essere risucchiati nella lotteria, spesso beffarda, dei play-off.  Urge raziocinio ma al contempo coraggio. Utile a compiere quegli investimenti, figli di un’opportunità contingente, in prospettiva futura, scommettendo di fatto sulla presumibile promozione in serie A da festeggiare il prossimo giugno.

E poi, dettaglio non di poco conto, bisognerà resistere alle eventuali proposte indecenti che potrebbero arrivare per capitan Nestorovski, considerato dal club un punto fermo sotto il profilo tecnico e carismatico ma evidentemente monitorato da diverse società sia in Italia che all’estero.

Per grandi linee la strategia operativa in casa Palermo è piuttosto delineata. Analizziamo la situazione attuale in chiave mercato, reparto per reparto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy