PALERMO-SIENA, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

PALERMO-SIENA, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

Di Fabrizio Anselmo
.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Anselmo

I rosa pareggiano contro un ostico Siena, seconda senza la penalizzazione, e proseguono la marcia solitaria in vetta al campionato. Un punto che accontenta entrambe le compagini e che rispecchia l’andamento del match. Rosa meno concreti rispetto ad altre partite ma la variabile da tenere in considerazione nel bilancio generale è l’avversario: il Siena non è né la Juve Stabia, né il Brescia né tantomeno il Pescara. Migliore in campo Lafferty per lo spirito guerriero e la rete realizzata di fortuna ma con caparbietà, peggiori Terzi per l’errore decisivo sul taglio di Rosseti, nonostante l’azione fosse viziata da uno stop quantomeno sospetto, e Maresca per l’apparente sufficienza col pallone tra i piedi e la poca incisività.

SORRENTINO 6 un solo vero tiro in porta, forte, rasoterra, angolato che lo coglie in controtempo. In partita dirige la difesa in maniera attenta, tenendo alta la concentrazione della retroguardia rosa.

MUNOZ 6 spiazzato dal taglio di Rosseti perde la posizione e gli prepara il varco per l’entrata in pompa magna piazzandosi a metà tra Terzi e il pallone. Errore a parte, solita prestazione monumentale.

TERZI 5,5 grave l’errore di posizionamento sul gol di Rosseti quando spalanca le porte all’attaccante bianconero. Si riscatta parzialmente poco dopo su un tiro dello stesso Rosseti che viene murato al centro dell’area.

ANDELKOVIC 6,5 partita attenta in fase di copertura, soffre la velocità di Pulzetti ma riesce ad arginare le folate del Siena mettendo il portatore di palla in condizione di dover ripartire da dietro.

STEVANOVIC 6 mette più di uno zampino sul gol di Lafferty facendo partire il cross dalla trequarti dopo un dribbling secco su Spinazzola. Oltre al cross, di sinistro, qualche buona accelerazione ed un paio di palle perse in cerca del dribbling.

  • PISANO s.v. (dal 42 s.t) entrato per uno sfinito Stevanovic, tocca un unico pallone che spedisce in tribuna nel tentativo di appoggio ma tiene alta la concentrazione non sbagliando nulla in fase di non possesso.

BOLZONI 6,5 tanto lavoro oscuro nella mediana del campo dove annichilisce i portatori di palla del Siena, un cross quasi decisivo per Lafferty ed un tiro da fuori area di poco a lato. Poco appariscente ma sempre concreto.

MARESCA 5,5 gestisce il pallone con calma e cerca sempre lo scambio ravvicinato ma spesso sembra vivacchiare a centrocampo in attesa dell’illuminazione divina. Mezzo punto in meno per il tentativo di tunnel al 35’ del secondo tempo da ultimo uomo. Avere personalità non può (e non deve) mettere in pericolo il lavoro dell’intera squadra.

BARRETO 6,5 il capitano si muove in moto perpetuo dal centrocampo all’attacco consentendo una soluzione in più al portatore di palla e spesso agisce a supporto di Andelkovic raddoppiando le punte bianconere.

LAZAAR 5,5 tanti traversoni al centro dell’area che si spengono tra le maglie del Siena, ottimo lavoro in fase di copertura sul veloce Angelo ma troppe le palle perse nel tentativo di dribbling.

VAZQUEZ 6,5 quando il pallone è tra i suoi piedi la certezza è che il possesso palla resta in mano dei rosa, oggi soffre la compattezza dei reparti del Siena che lo costringono a navigare lontano dalle zone calde del campo.

  •  HERNANDEZ s.v. (dal 37’ s.t.) Iachini lo butta nella mischia nella speranza di trovare il gol vittoria ma l’inerzia della partita aveva già segnato le sorti del match.

 LAFFERTY 7 entra in tutte le azioni pericolose dei rosa provando a sfondare fisicamente l’arcigna retroguardia bianconera, pressa a tutto campo e trova anche un palo su una rasoiata da fuori area. Il suo grande merito è quello di non mollare un centimetro nemmeno nelle palle destinate a spegnersi sul fondo o a finire tra le braccia del portiere, ecco come è nato il gol del pari.

  •  BELOTTI s.v. (dal 30’ s.t.) soffre la sterilità del centrocampo rosa che non gli serve palloni giocabili.


IACHINI
 6,5 imposta la squadra in maniera ordinata puntando sull’asse Maresca-Vazquez-Lafferty ma trova un Siena che riesce ad arginare le teste pensanti dei rosa con un pressing intelligente sul portatore. Gli ingressi di Belotti ed Hernandez arrivano a partita già avviata verso il pari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy