PALERMO-CHIEVO 0-0: COMMENTO PRIMO TEMPO

PALERMO-CHIEVO 0-0: COMMENTO PRIMO TEMPO

Non c’è la cornice delle grandi occasioni al Renzo Barbera ed è un peccato perché per chi ha cuore i colori rosanero questo Palermo-Chievo è una sfida di quelle che.

Commenta per primo!

Non c’è la cornice delle grandi occasioni al Renzo Barbera ed è un peccato perché per chi ha cuore i colori rosanero questo Palermo-Chievo è una sfida di quelle che davvero non si possono perdere. E’ una serata importantissima anche per il Chievo, che dopo il cambio di guida tecnica ha raccolto solo una sconfitta in casa contro il Genoa e deve assolutamente cambiare marcia. Sulla carta però, Iachini e Maran non hanno paura di osare e rischiano il tutto per tutto mettendo in campo due schieramenti decisamente offensivi: Belotti e Dybala più Vazquez per il Palermo, linea di tre trequartisti dietro a Maxi Lopez per il Chievo.

A cominciare meglio sono gli ospiti, che vanno due volte al tiro con l’ex centravanti del Catania: al 3′ l’intervento miracoloso di Sorrentino è reso ininfluente dal fuorigioco, al 5′ la conclusione dal limite dell’argentino è alta di poco. Nel mezzo la risposta dei rosa è affidata a un’insipida conclusione di Belotti che di fatto passa il pallone al ben piazzato Bardi.

Il primo pericolo vero il portiere dei clivensi lo corre all’11’, con Barreto che rinuncia al tiro da fuori per servire l’accorrente Morganella sulla destra: da posizione defilata l’elvetico ha provato un bel diagonale potente e preciso, con Bardi che si è salvato in angolo. Decisamente più semplice per il portiere scuola-Inter arrivare sulla conclusione dal limite di Vazquez al 16′. El Mudo ci riprova al 18′, ma dopo una bella percussione non riesce a centrare la porta dal limite dell’area. Una delle migliori occasioni del primo tempo capita sui piedi di Schelotto, ma Sorrentino è provvidenziale a intervenire sui piedi dell’italoargentino. Il portierone rosa si supera ancora al 33′ respingendo la conclusione al volo di Birsa che sembrava destinata al palo alla sua sinistra. Al 40′ si sveglia il gallo Belotti, che salta l’uomo e conclude dal limite con potenza, ma senza precisione. Ci riprova di testa, su cross dalla sinistra di Lazaar, pochi istanti più tardi, ma non trova nemmeno questa volta la porta.

Un primo tempo opaco quello dell’attaccante bergamasco, limitato benissimo dalla coppia Dainelli-Zukanovic. Ma è tutto il Palermoo che non brilla, non costruisce, non trova lo spunto giusto. Il gioco sulle fasce latita e Belotti spesso deve venirsi a prendere il pallone a centrocampo. Il duo Dybala-Vazquez, che di solito garantisce qualità e imprevedibilità sembra più spento del solito. Iachini dovrà inventarsi qualcosa nella ripresa per cambiare gli equilibri, magari aumentando la spinta sulle fasce e inserendo Maresca e Chochev in mediana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy