Mercato: stand-by Zambelli, Palermo riflette. Ci sono anche Genoa e Chievo, le ultime

Mercato: stand-by Zambelli, Palermo riflette. Ci sono anche Genoa e Chievo, le ultime

L’opzione Marco Zambelli permane più che mai viva nella mente del tecnico rosanero Beppe Iachini. Il jolly difensivo nativo di Gavardo ha già attivato l’iter burocratico finalizzato.

Commenta per primo!

L’opzione Marco Zambelli permane più che mai viva nella mente del tecnico rosanero Beppe Iachini. Il jolly difensivo nativo di Gavardo ha già attivato l’iter burocratico finalizzato alla rescissione del contratto che lo legava al Brescia fino al giugno 2018. Tuttavia, non può ad oggi ritenersi un giocatore svincolato poiché necessitano ancora alcune firme sui documenti che lo stesso calciatore apporrà nei primi giorni della prossima settimana, avvalendosi fattivamente della clausola rescissoria presente nell’accordo che gli avrebbe consentito di liberarsi dal club lombardo in caso di retrocessione in Lega Pro. In linea con i principi di lealtà e correttezza che contraddistinguono il ragazzo, Zambelli – particolarmente legato all’ambiente bresciano, in quanto uomo simbolo delle rondinelle negli ultimi dieci anni – ha atteso il definitivo ‘rompete le righe‘ concordato con la società, prima di avviare la pratica di rescissione e vagliare le opzioni valide per il suo futuro professionale, che certamente sarà lontano da Brescia. In cima alla lista delle sue preferenze rimane la destinazione Palermo, in ragione del profondo rapporto di stima e conoscenza che lo lega al tecnico rosanero Beppe Iachini, con il quale ha condiviso un paio di significative stagioni in Lombardia. Inoltre, calore e prestigio della piazza siciliana costituiscono per il calciatore fattori di prim’ordine che alimentano la voglia di Zambelli di cimentarsi, alla soglia dei trent’anni, in un’esperienza da lui ritenuta professionalmente molto stimolante. Un’opportunità difficilmente ripetibile per compiere un ulteriore step, dando una sterzata alla sua carriera fin qui totalmente spesa alle dipendenze della squadra del cuore. La situazione è attualmente in stand-by. Il Palermo ha raccolto l’input di Beppe Iachini, che ha caldeggiato la candidatura del duttile esterno destro, uomo simbolo delle rondinelle, palesando il gradimento tecnico tramite un contatto interlocutorio tra Manuel Gerolin e l’agente del calciatore, Tiberio Cavalleri. Non solo il Palermo su Zambelli, ma nelle ultime ore – stando a indiscrezioni raccolte dalla redazione di Mediagol.it – scemata la corte del Bologna, sondaggi con l’entourage del ragazzo sono stati effettuati anche dal Chievo e dal Genoa che hanno fiutato l’opportunità di portare a casa a parametro zero un jolly difensivo eclettico, affidabile ed esperto.

Tuttavia, la corsia di destra è potenzialmente piuttosto affollata in seno all’organico a disposizione del tecnico. Michel Morganella, alle prese con la riabilitazione in seguito all’infortunio subito al legamento crociato del ginocchio destro, è tutt’ora in scadenza di contratto con il club rosanero, visto che il rinnovo contrattuale paventato dal patron Zamparini all’agente del calciatore svizzero non ha ancora trovato riscontro concreto. Morganella, secondo realistiche previsioni, non dovrebbe essere arruolabile fino al prossimo autunno, e comprensibilmente avrà bisogno di un fisiologico rodaggio per recuperare la condizione tecnica e agonistica ideale. Altro omologo nel ruolo è Andrea Rispoli, in procinto di svincolarsi dal Parma e in attesa di una nuova proposta di ingaggio dal club di viale del Fante. L’acquisto di un terzo esterno polivalente sul binario destro, con caratteristiche simili ai primi due, creerebbe oggettivi problemi di abbondanza in quella zona di campo. Senza contare che Iachini ha adattato in quella posizione, con propensioni chiaramente più offensive, anche il giovane svedese Quaison, nell’ultimo scorcio di stagione. La sensazione è che l’eventualità che Marco Zambelli possa vestire il rosanero sia strettamente correlata al futuro di uno tra Rispoli e Morganella. L’ultima parola spetterà al patron Maurizio Zamparini. Il giocatore ovviamente auspica che il Palermo rompa gli indugi e piazzi l’affondo decisivo nei prossimi giorni, restando moderatamente fiducioso sul buon esito della trattativa ed entusiasta all’idea di poter tornare a lavorare con Iachini unitamente al suo ex compagno, Ahmad Benali, neo-rosanero da pochissimi giorni. Proprio il centrocampista libico ha trasmesso a Zambelli la sua gioia in merito all’impatto felice avuto in questi giorni con l’ambiente e la città palermitana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy