Lazaar spiega: “Crystal Palace? Il mercato non mi riguarda. Atalanta avvisata. Sulla concorrenza…”

Lazaar spiega: “Crystal Palace? Il mercato non mi riguarda. Atalanta avvisata. Sulla concorrenza…”

La sua stagione non era cominciata proprio nel migliore dei modi. Al secondo giorno del ritiro in Carinzia, il terzino marocchino aveva dovuto alzare bandiera bianca, arrendendosi a un affaticamento.

Commenta per primo!

La sua stagione non era cominciata proprio nel migliore dei modi. Al secondo giorno del ritiro in Carinzia, il terzino marocchino aveva dovuto alzare bandiera bianca, arrendendosi a un affaticamento muscolare al flessore. La riabilitazione è durata poche settimane: Lazaar è tornato a completa disposizione di Beppe Iachini solamente a metà settembre. Da lì una maturazione continua. Ad ogni match l’ex Varese ha convinto sempre più il mister marchigiano che a quel punto lo ha preferito dieci volte su dodici a Emerson e Daprelà.

Impatto con la Serie A – “Sul mio impatto con la Serie A non mi posso lamentare. Esclusa la parte iniziale del campionato, in cui ho avuto un infortunio abbastanza fastidioso a livello fisico, me la sono cavata bene. Adesso sto bene e do un contributo importante alla squadra”.

Bilancio del 2014 – “Non potevo aspettarmi di meglio. Beh, poi bisogna stare sempre coi piedi per terra, ma nel frattempo fissare degli obiettivi sempre più ambiziosi. Per ora abbiamo fatto delle buone cose, ma non possiamo accontentarci. Cerchiamo di far bene – le parole di Lazaar in occasione di un evento organizzato dal club rosanero -. Sono contento per tutto per adesso, però, sarei contento ancora di più se dovessimo salire ancora in classifica. Voglio raggiungere traguardi ambiziosi sia col club che con la Nazionale”.

Rumors di mercato –Il Crystal Palace ha fatto un’offerta per me (leggi qui i dettagli)? No, queste cose non mi riguardano. Riguardano la società, riguardano il mio agente (Andrea Cattoli, ndr). Io cerco di giocare, di fare bene. Poi del mercato se ne parlerà più in avanti. Adesso penso al Palermo”.

Marocco fatto fuori dalla Coppa d’Africa – “L’esclusione del Marocco dalla Coppa d’Africa? Beh, c’è delusione, soprattutto perché vestire la maglia della propria Nazionale in circostanze come queste è veramente bello. Però purtroppo, per preservare la salute del popolo, abbiamo preferito così”.

Europa sì o no – “Se il Palermo può ambire all’Europa? Io ci credo, ma bisogna stare sempre coi piedi per terra. L’importante è continuare con questa mentalità, una mentalità che mette al primo posto il gruppo e il sacrificio”.

Atalanta insidiosa – “L’Atalanta ha dei giocatori molto buoni, si conoscono da tanto giocando assieme da diverse stagioni. Sicuramente non sarà una gara semplice. Dobbiamo affrontarla nel modo giusto, come abbiamo sempre fatto e speriamo di raggiungere il risultato buono”.

Segreto rosanero – “Il segreto di questo Palermo è il gruppo: ci aiutiamo a vicenda, cerchiamo sempre di apprendere qualcosa da qualche compagno più esperto. Ci diamo una mano l’un l’altro e stiamo sempre uniti – le parole dell’ex Varese -. Il mio gol? Beh, aspetto e spero. L’ho sfiorato in diverse occasione: fosse andata dentro la palla, anziché fuori, sarebbe stato meglio (ride, ndr)”.

Concorrenza aiuta – “Io cerco di fare sempre il mio bene, provo a dare il massimo sia nella fase difensiva che in quella offensiva. So di dovermi rendere utile per la causa rosanero. Concorrenza sulla corsia di sinistra? Io sono tranquillo, con Emerson sono molto legato, parliamo sempre, essendo giovane come me. Sono davvero contento di avere questi compagni. La concorrenza c’è ed è innegabile. Questo si traduce in un solo messaggio: dare sempre il massimo per ritagliarsi più spazio possibile la domenica. Chiudere il 2014 con una vittoria? Beh, sarebbe ottimale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy