Gazzetta: “lista di Ceravolo, errori già fatti”

Gazzetta: “lista di Ceravolo, errori già fatti”

Mediagol.it vi propone un estratto dell’articolo dell’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’: in questo viene svelata la lista di Franco Ceravolo, colui che si appresta a vestire i panni.

Commenta per primo!

Mediagol.it vi propone un estratto dell’articolo dell’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport‘: in questo viene svelata la lista di Franco Ceravolo, colui che si appresta a vestire i panni dell’uomo mercato in casa Palermo.

Perinetti saluta, in arrivo Ceravolo. Il problema di incompatibilità delle due figure era emerso chiaramente. La situazione d’impasse delle ultime settimane sulla direzione tecnica sembra avere preso una strada, quindi, che porta all’ex d.s. del Livorno il quale, come detto, ha già dei nomi sul proprio taccuino da proporre a Zamparini – scrive ‘La Gazzetta dello Sport‘ -. Ceravolo ha preso contatti con il Bologna per Kone e Sorensen, ha chiesto informazioni all’Inter per Mbaye, Duncan e Mudingayi, mentre per il ruolo di regista c’è un’idea Conti del Cagliari. Tutti nomi che dovranno essere vagliati con Beppe Iachini. Il tecnico, per altro, deve ancora comunicare la sua di lista, e da quello che trapela le priorità sembrano altre. Iachini ha già parlato chiaramente in tal senso alla viglia della gara con la Ternana a proposito di Kone, giocatore che stima per averlo lanciato a Brescia ma che per caratteristiche risulta un doppione di Vazquez. Il rischio è che questa situazione di caos che ha portato all’addio di Perinetti, possa generarne dell’altro.
“La maggior parte dei giocatori trattati da Ceravolo (Kone, Sorensen, Mbaye, Duncan, Mudingayi) sono reduci da una retrocessione con Bologna e Livorno e, al di là, del valore tecnico dei singoli, il pericolo di ripetere l’errore di due anni fa quando vennero acquistati elementi che erano appena retrocessi con Novara e Cesena è molto alto. Iachini, però, per Zamparini è un punto fermo dal quale fare partire un progetto a lungo termine. A questo proposito sarà opportuno che quanto prima avvenga un confronto chiaro tra le parti per definire le strategie idonee ad individuare i puntelli più adatti a rafforzare il Palermo della prossima stagione. Gli errori commessi nelle ultime due stagioni di Serie A che hanno portato alla retrocessione sono ancora troppo vividi nella memoria per essere stati dimenticati“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy