Gazzetta: “Dybala, le punizioni e quel retroscena di quando era al Palermo. Paulo come Pirlo e Zidane”

Gazzetta: “Dybala, le punizioni e quel retroscena di quando era al Palermo. Paulo come Pirlo e Zidane”

Riflettori puntati sull’ex bomber del Palermo per la ‘Rosea’.

Commenta per primo!

Riflettori puntati su Paulo Dybala per ‘La Gazzetta dello Sport’. “Dybala, la punizione è nel destino. I gol da fermo sono una specialità Juve: Paulo come gli altri numeri 21 Pirlo e Zidane”. Titola così l’edizione odierna del quotidiano sportivo in merito alle ultime straordinarie giocate del talento di Laguna Larga che, nell’ultimo match di campionato contro l’Hellas Verona, ha tirato una punizione vincente; punizione che continua a non passare inosservata. “Lo spe­cia­li­sta col­pi­sce al mo­men­to giu­sto e so­prat­tut­to quan­do la posta in palio è molto alta. Paulo Dy­ba­la non aveva mai vinto nelle sfide su pu­ni­zio­ne tra com­pa­gni, però è stato il primo bian­co­ne­ro a fare cen­tro in cam­pio­na­to in que­sta sta­gio­ne. […] Un­di­ci mesi fa Dy­ba­la aveva se­gna­to la sua unica rete su pu­ni­zio­ne del cam­pio­na­to ita­lia­no. Sem­pre al Ve­ro­na, che evi­den­te­men­te gli ispi­ra tra­iet­to­rie mor­bi­de e ma­le­det­ta­men­te dif­fi­ci­li da co­di­fi­ca­re. Il me­ri­to non può es­se­re solo della magia del nu­me­ro della ma­glia di Pirlo e di Zi­da­ne, la 21 come Paulo, due che negli anni bian­co­ne­ri hanno ip­no­tiz­za­to più di un por­tie­re – si legge -. Dy­ba­la il tiro a giro ce l’ha nel Dna, è stata la prima cosa che ha in­fi­la­to in va­li­gia quan­do dall’Ar­gen­ti­na è par­ti­to per Pa­ler­mo. Ep­pu­re all’ini­zio non cal­cia­va mai le pu­ni­zio­ni, aveva trop­po ri­spet­to per i com­pa­gni, in par­ti­co­la­re per Bar­re­to, per can­di­dar­si. Quasi quasi do­vet­te­ro ob­bli­gar­lo, mi­nac­cian­do di mul­tar­lo se non aves­se ini­zia­to a ti­rar­le. Nella scor­sa sta­gio­ne ro­sa­ne­ro su 9 ten­ta­ti­vi solo uno è an­da­to a ber­sa­glio. Dy­ba­la con­tro il Ve­ro­na ha ti­ra­to alla ma­nie­ra clas­si­ca, a giro sopra la bar­rie­ra. Anche Del Piero le cal­cia­va così, Pirlo le al­ter­na­va alla ma­le­det­ta e ogni tanto uti­liz­za­va il ra­so­ter­ra sotto la bar­rie­ra (il primo a bat­ter­le così fu Pla­ti­ni). […] L’ul­ti­mo bian­co­ne­ro a fare cen­tro su cal­cio da fermo in cam­pio­na­to era stato Pirlo. Lo­gi­co che la sua as­sen­za si sia fatta sen­ti­re, ma Dy­ba­la due gior­ni fa ha di­mo­stra­to di poter rac­co­glie­re anche que­sta pe­san­te ere­dità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy