Dybala: “Gattuso, ricordo cosa mi dicevi. Per scansare i tackle dei difensori…”

Dybala: “Gattuso, ricordo cosa mi dicevi. Per scansare i tackle dei difensori…”

“Come detto a più riprese, ho trovati molti problemi iniziali nel calcio italiano. Ho dovuto imparare come difendere la palla dagli attacchi degli avversari, avversari che non sottilizzano.

Commenta per primo!

“Come detto a più riprese, ho trovati molti problemi iniziali nel calcio italiano. Ho dovuto imparare come difendere la palla dagli attacchi degli avversari, avversari che non sottilizzano troppo tra gamba e palla”. Queste alcune delle dichiarazioni rilasciate da Paulo Dybala ai microfoni del portale francese sofoot.com. “Un modo per eludere questi ‘attacchi’ degli arcigni difensori avversari che incontro settimanalmente è usare la mia velocità: perché se corro, vi è meno possibilità che loro mi stendano – aggiunge l’argentino -. Contestualmente ho aumentato i carichi in palestra per mettere su muscoli ed essere più forte fisicamente. Ma questa è stata una mia scelta, perché non mi hanno mai imposto questo sforzo fisico. Ricordo che Gattuso mi diceva di lavorare in palestra soprattutto per quanto riguardava le gambe e lasciare stare i pesi per il tronco. Perché per il mio gioco, passare ore in sala pesi è inutile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy