Dybala: “Calcio italiano duro e gli arbitri fischiano poco. Così ho imparato a saltare l’avversario”

Dybala: “Calcio italiano duro e gli arbitri fischiano poco. Così ho imparato a saltare l’avversario”

Intervistato ai microfoni di Goal.com, il puntero del Palermo, Paulo Dybala, ha commentato il suo momento di forma in Serie A. “Il calcio italiano molto duro? All’inizio ho faticato non poco,.

Commenta per primo!

Intervistato ai microfoni di Goal.com, il puntero del Palermo, Paulo Dybala, ha commentato il suo momento di forma in Serie A. “Il calcio italiano molto duro? All’inizio ho faticato non poco, perché venivo da un calcio totalmente diverso, quello argentino. Qui in Italia i difensori sono grossi e difficili da affrontare, e gli arbitri non fischiano tanto i falli – le parole di Dybala -. I cartellini non scattano automaticamente dopo un fallo ruvido, anzi. Ed è qui che sono cresciuto. Perché ho imparato a gestire meglio la palla, a proteggerla e a sfuggire agli avversari. Inoltre quello italiano è un calcio molto tattico, un calcio che ti chiede massima attenzione dal primo al novantesimo minuto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy