Calciomercato: Palermo, per salvarti devi anche comprare, non solo vendere

Calciomercato: Palermo, per salvarti devi anche comprare, non solo vendere

La sessione invernale di calciomercato è praticamente conclusa (mancano giusto poco più di 24 ore). A Palermo si pensa soprattutto a vendere. E gli acquisti?

4 commenti

Trenta ore, o giù di lì.

Questo il tempo rimanente nella clessidra del calciomercato: siamo quasi giunti alla chiusura della finestra invernale di trattative e c’è chi ancora deve completare le proprie operazioni. L’ambiente rosanero non ha dimenticato le promesse fatte dal direttore sportivo Nicola Salerno e dal presidente Maurizio Zamparini giusto qualche giorno fa: con Diego Lopez – si diceva – le chance di salvezza aumenteranno, in più verrà rinforzata la squadra con innesti pronti. Il dirigente di Matera aveva anche precisato come non stesse preparando il mercato in vista della retrocessione, ma che il suo fosse solamente un tentativo di sistemare i conti della società di viale del Fante. “Non ci servono i 35enni che ci fanno tre dribbling e poi si eclissano per il resto della stagione”, la frase che più si ricorda di quella conferenza stampa. Un riferimento ad Alessandro Diamanti? Possibile, anche se Alino non ha 35 anni, bensì 34 (da compiere). Al di là del piccolo dettaglio anagrafico, l’ex Guangzhou e Roberto Vitiello sono – tutt’a un tratto – terminati sul mercato.

Trovare una sistemazione per i due non sarà semplice, così come fatto in questi giorni con Oscar Hiljemark (passato al Genoa) e Robin Quaison (tutto definito per il suo trasferimento ai tedeschi del Mainz), ma il tentativo da parte della dirigenza rosa verrà fatto. Solo partenze? Ad ora sì. Nonostante le rassicurazioni della settimana scorsa, allo stato attuale, si muove ben poco sul fronte entrate. Inutile ribadire che quello a disposizione di Diego Lopez è un organico palesemente da completare, in cui vi sono ruoli scoperti e reparti da rinforzare. A centrocampo – esempio banalissimo – non solo figurano al momento solamente quattro calciatori (Chochev, Gazzi, Jajalo e Bruno Henrique), ma manca quel mediano – di cui tanto si è parlato – che riesca a conferire passo e geometrie alla manovra rosanero. Per non parlare dell’attacco, settore che ha perso proprio questa mattina Quaison, titolare nell’ultimo periodo in rosanero. Insomma, se l’intenzione è solamente quella di cedere calciatori, si farebbe fatica a parlare di “squadra rinforzata“. Per provare a salvarsi, occorre anche comprare, non solo vendere.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rhosa neRho - 3 mesi fa

    Evidentemente non c’è la volontà di salvarsi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudiomontever - 3 mesi fa

    Credo che il ds Salerno, nonostante le sue buone intenzioni di mercato, si sia uniformato alle decisioni del presidente!!!!! Purtroppo senza acquisti degni di nota il Palermo non potrà recuperare i punti di distacco dall’Empoli. Il Palermo ha fatto con il Napoli una buona e fortunata partita di contenimento, ma per quanto riguarda l’attacco è stato molto sterile e senza idee.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pelide - 3 mesi fa

    Ma perchè non si dice davvero cme stanno le cose….tanto non pubblicano….questo presidente negli ultimi anni ha depredato in depredabile e continua…ma quale rafforzamento.possibile che la gente sia così beona…..fa rabbia…ormai i Palermo calcio serve ad altro…vestitino che nasconde..nemmeno tanto palesemente operazioni di tutt’altro genere….!!!! Tanto non pubblicano…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. nick - 3 mesi fa

    A me Salerno da l’impressione di essere venuto a preparare la serie b altro che mercato importante
    Sul friulano stendiamo un velo pietoso sta spremendo la carcassa in linea con gli ultimi anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy