AG.BIANCHI: “ERA ORMAI ROSA, ZAMPARINI…”

AG.BIANCHI: “ERA ORMAI ROSA, ZAMPARINI…”

Una volta ceduto il nord-irlandese Kyle Lafferty, il Palermo lavora sotto traccia per portare a casa un bomber con il vizio del gol, sfruttando quelle che sono le opportunità del.

Commenta per primo!

Una volta ceduto il nord-irlandese Kyle Lafferty, il Palermo lavora sotto traccia per portare a casa un bomber con il vizio del gol, sfruttando quelle che sono le opportunità del calciomercato. In questo senso, il nome fatto negli ultimi giorni è quello di Rolando Bianchi, attaccante classe ’83 di proprietà del Bologna. Per saperne di più la redazione di Mediagol.it ha intervistato in esclusiva Riccardo Bianchi, fratello e agente del giocatore originario di Lovere.

Intervista realizzata da Leandro Ficarra

AG.BIANCHI: “ERA ORMAI ROSA, ECCO VERITÀ”

“È stato più volte vicino a vestire la maglia rosanero in passato. Già dalla stagione 2006-07, quando Bianchi fece 19 gol con la Reggina, già a gennaio si parlò di un passaggio al Palermo. Lo stesso è ricapitato successivamente. È sempre stato un motivo di soddisfazione e di lusinga per noi e per il giocatore perché si tratta di una piazza importantissima. Nel 2013 eravamo vicinissimi al Palermo, il direttore Lo Monaco ha sempre stimato Rolando e lo voleva anche al Catania qualche tempo prima. Rolando era in scadenza col club granata, ci fu un contatto diretto col Torino e anche con me. Eravamo ben felici di poter venire a dare una mano al Palermo, ma poi il Torino decise di tenere Rolando fino al termine della stagione perché giudicato fondamentale per ottenere gli obiettivi stagionali. Fu più un problema tra società, noi avevamo trovato l’accordo in tre minuti con Lo Monaco, con cui non si discusse tanto di denaro quanto di obiettivi. Volevamo venire a Palermo a dare una mano, visto che i rosanero stavano faticando dal punto di vista realizzativo e volevamo essere utili alla causa. Il Palermo poi a fine stagione andò in Serie B, ma quando chiama il Palermo bisogna sempre essere pronti”.

“CHAMPIONS LO TENTA MA ROSA…”

“Prestito con diritto di riscatto o cessione a titolo definitivo? La formula di un eventuale trasferimento non è importante, sicuramente, vista anche la condizione contrattuale di Rolando, si può parlare anno per anno. Adesso serve una soluzione col Bologna che detiene i diritti sportivi del calciatore. La soluzione dell’Olympiakos è molto affascinante, permetterebbe di giocare in Champions che dà grandi stimoli, è una competizione solo assaggiata da Bianchi qualche anno fa. La Serie A però è la Serie A e Palermo ha tutto il suo fascino. Immagino che entusiasmo ci sia in questo momento in città, so quanta passione ci mette Zamparini nelle sue squadre di calcio e che mentalità dà Iachini al gruppo. Ci sono tutti gli ingredienti per una grande stagione”.

“ZAMPA,CHIUDIAMO IN DUE MINUTI”

“A gennaio 2013 con Lo Monaco ci sono voluti 5 minuti per trovare l’accordo per il passaggio in rosanero, poi sfumato per la mancata intesa tra le società. Oggi con Ceravolo e Zamparini chiudiamo anche in due minuti e mezzo, c’è tanta voglia di far bene, è questo l’unico obiettivo. Se ci fosse la volontà da parte di dirigenti e dell’allenatore di lavorare con Rolando non sarebbe certo l’ingaggio a ostacolare la trattativa. Però al momento non c’è niente di concreto. Rolando si sta allenando per la nuova stagione, anche se al momento non sa ancora quale sarà il suo futuro, ad oggi è ancora un giocatore del Bologna. Rolando potrebbe fare da chioccia o prima alternativa ai giovani talenti che il Palermo ha in attacco? Rolando è un lottatore, è un grande lavoratore e sa che ogni volta che entra in un nuovo gruppo deve lavorare duro per dimostrare il suo valore e scalare le gerarchie tecniche. Arrivare a Palermo e fare da chioccia a questi giovani campioncini potrebbe essere un grande motivo di soddisfazione, anche se poi Rolando non è un vecchio, ha 31 anni ed è un giocatore maturo. Però potrebbe trasmettere qualche trucco del mestiere, qualche insegnamento a questi campioncini”.

“SUA IDEA SU PALERMO”
“Partiamo del presupposto che il Palermo ha degli attaccanti di grande valore che nei prossimi anni faranno grandi cose. Chiaramente Rolando ha giocato in tante squadre del sud, come Reggio Calabria e Cagliari, conosce che tipo di passione ci sia in piazze del genere. Abbiamo parlato in queste settimane delle squadre che lo seguono, si è parlato anche del Palermo e lui ha manifestato tanto interesse ed entusiasmo per una piazza che con Zamparini sta trovando nuova carica. Ho sentito nei giorni scorsi dichiarazioni del patron che sembra molto voglioso di far bene. Iachini ha chiamato anche Bianchi? Che io sappia no, però non è un problema, il mister trasmette carica anche guardandolo dalla tv. Rolando ci ha pure perso una finale playoff contro il mister e l’abbiamo visto dal campo quanta grinta e quanta voglia trasmette ai suoi giocatori”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy