Galliani: “Chiusi Gattuso nella sala trofei per non farlo andare via. Il giocatore rossonero più forte? Non ho dubbi…”

Galliani: “Chiusi Gattuso nella sala trofei per non farlo andare via. Il giocatore rossonero più forte? Non ho dubbi…”

L’ex ad del Milan, invitato ad una trasmissione televisiva, rivela di un episodio avvenuto con protagonista l’attuale tecnico rossonero Gattuso

Ospite su La7, Adriano Galliani ha raccontato qual è stata per lui la partita più sofferta ai tempi in cui era amministratore delegato del Milan.

Queste le sue parole: “Sicuramente la finale di Champions ad Atene contro il Liverpool. Era il 2007, vinciamo 2 a 0, il Liverpool fa un goal e noi rischiamo il pareggio negli ultimi minuti e pensavo che fosse il remake di due anni prima a Istanbul”. Parla anche del rapporto con Barbara Berlusconi“Il rapporto è stato difficile, non posso mentire”. Poi, alla domanda su chi sia stato il calciatore più forte che abbia vestito la maglia rossonera, risponde sicuro: “Non ho dubbi è Marco Van Basten“.

Infine racconta un aneddoto riguardante l’attuale tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, che sarebbe stato chiuso dentro la sala trofei proprio dallo stesso Galliani: “L’ho chiuso dentro veramente. Voleva andare via per eccesso di amore verso il Milan. Gattuso non riusciva a superare il dolore della sconfitta di Istanbul e pensava che andando via, non indossando più quella maglia il dolore sarebbe passato prima che giocando con la maglia rossonera. In quel periodo ho sofferto anch’io e non ho dormito per mesi dopo Istanbul. Ho detto a Rino: ‘Vedrai che un giorno capiterà che avremo la rivincita e vinceremo la Champions, magari, con lo stesso Liverpool’. Due anni dopo ritroviamo in finale il Liverpool e vinciamo la Champions”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol