Juventus-Sassuolo, Allegri: “De Zerbi è bravo e lo ha dimostrato. Dybala? Lavori per tornare titolare”. E su CR7…

Juventus-Sassuolo, Allegri: “De Zerbi è bravo e lo ha dimostrato. Dybala? Lavori per tornare titolare”. E su CR7…

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico della Juventus: “Contro il Sassuolo è uno scontro diretto”

Poco più di ventiquattro ore e sarà Juventus-Sassuolo, match valido per la quarta giornata del campionato di Serie A.

Diversi sono stati i temi trattati dal tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida in programma domani pomeriggio all’Allianz Stadium contro gli uomini di Roberto De Zerbi: dal momento attuale tutt’altro che positivo vissuto dal numero 10 bianconero Paulo Dybala, alle prestazioni offerte fin qui dal cinque volte Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo, ancora a secco di gol. Ma non solo…

“De Zerbi è uno degli allenatori più giovani presenti in serie A, è bravo e lo ha dimostrato l’anno scorso a Benevento. Le sue squadre giocano sempre, sono bravi nella costruzione del gioco. Sta facendo bene con giocatori di qualità superiore, domani è uno scontro diretto per noi perché lo dice la classifica. Hanno giocatori bravi e un allenatore che, con materiale buono, si sta facendo valere – ha dichiarato Allegri -. Dybala? Non ha giocato finora perché ho fatto determinate scelte tecniche, ma le sue qualità nessuno le mette in discussione. Io devo far giocare undici giocatori, Paulo deve ritrovare il posto da titolare e mettersi in discussione. Deve dimostrare sul campo, come tutti gli altri giocatori. Qualcuno c’è bisogno che rimanga fuori. Si stanno mettendo delle pressioni che non vanno bene, perché se poi gioca e non fa bene viene massacrato”.

CR7 E FORMAZIONE – “Nelle prime tre gare Cristiano ha fatto bene e ha tirato in porta tantissime volte. Ha lavorato in maniera positiva e credo che domani si sbloccherà. Se merita il FIFA Best Player? Certamente. Sicuramente chi ha giocato due partite in nazionale difficilmente giocherà. In porta ci va Szczesny, ma quando giocheremo ogni tre giorni ci sarà spazio anche per Perin, che si sta allenando bene. Mandzukic scenderà in campo, devo decidere invece per quanto riguarda Chiellini. Lui è quello più indiziato ad avere un turno di riposo. Emre Can? Domani sì, potrebbe essere la sua prima partita da titolare. Sta capendo il nostro calcio, che è molto diverso da quello dal quale veniva. Inoltre è stato anche molto tempo fermo. Ma Pjanic difficilmente giocherà, Khedira devo valutarlo. Quindi potrebbe essere la sua occasione. Miralem sta bene, può giocare ma una mezza giornata di riposo gliela potrei dare. Dalle Nazionali sono tornati tutti bene, Douglas Costa, Cuadrado, Alex Sandro. La squadra sta entrando in condizione e secondo me una partita ogni tre giorni farà sì che miglioreremo ancora di più di condizione”.

NAZIONALE – “Il lavoro di Mancini è iniziato da poco, bisogna avere pazienza e fiducia in questi casi. Non è il momento di attaccare, ma di trovare soluzioni ai problemi del calcio italiano. Si dovrebbe rivedere quelle che, negli ultimi 20 anni, sono state le idee di calcio. Per migliorare serve un programma non solo per i giocatori, ma anche per i loro insegnanti”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol