Siracusa-Catania 1-0 editoriale: chi segna vince

Siracusa-Catania 1-0 editoriale: chi segna vince

Brutto passo falso del Catania che nonostante una grande mole di palle gol incappa nella terza sconfitta stagionale nel derby con il Siracusa.

1 Commento

“Chi segna vince!”. No, non si tratta della classica regola in atto nelle partite fra ‘scapoli e ammogliati’ quando il tempo sta per scadere, ma di quello che effettivamente è avvenuto in campo tra Siracusa e Catania. Sei nitide occasioni da gol e zero punti portati a casa. Il calcio è anche questo ed è inutile, per i tifosi etnei, piangere sul latte versato perchè quella contro il Siracusa è stata una partita ‘maledetta’ in cui ai padroni di casa è bastata una sola azione degna di nota per centrare un successo storico. Il calcio è anche questo dicevamo, ma non si può parlare unicamente di sfortuna. Di Grazia, Mazzarani, Russotto, Bucolo, Paolucci, Mazzarani, Mazzarani. Questo è il tabellino non dei gol messi a referto dal Catania, ma degli errori clamorosi a due passi dal portiere avversario con conclusioni ciabattate, traverse e poca convinzione.

Un passo indietro per la formazione di Pino Rigoli, non tanto per la prestazione in sè (il gioco non è stato esaltante, ma almeno il pareggio sembrava scontato) quanto per il poco feeling con la rete che in trasferta è inammissibile. Inevitabile dunque l’amarezza provata dai tifosi (a cui era stata impedita la trasferta), ma ciò non vuol dire che la situazione dei rossazzurri si sia trasformata da esaltante a disastrosa.

E’ necessario per la città mantenere l’equilibrio, nel giudizio e nell’approcciarsi alla settimana successiva al fischio finale del match. Quello di Siracusa è stato un passo falso, uno dei tanti che si vedono sui campi di calcio e che dopo tre vittorie consecutive può sicuramente capitare, ma come non doveva vincere il campionato dopo la vittoria di Monopoli, adesso il Catania non deve sicuramente preoccuparsi dei play out. Uno dei problemi in Italia è purtroppo la spasmodica ricerca del ‘te l’avevo detto’; e dunque se dopo i successi a venire a galla erano i ‘te l’avevo detto che questa squadra può vincere il campionato”, adesso ritornano i ‘te l’avevo detto che Rigoli non può allenare il Catania”. Semplicemente ci vorrebbe una bella tisana.

Un’ultima considerazione, infine, su quanto successo prima del fischio di inizio, con alcuni ‘non tifosi’ del Siracusa, ma sicuramente non addetti ai lavori, presenti sul rettangolo verde pronti a confabulare con toni sicuramente poco amichevoli con i giocatori rossazzurri. Questo non è professionismo, questo non è sport. Sul rettangolo di gioco è necessario che stazioni solamente il personale autorizzato perchè altrimenti si innescano dinamiche a prescindere poco piacevoli.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabryrosanero - 10 mesi fa

    Vaiiiiii

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy