Melfi-Catania: le pagelle del match

Melfi-Catania: le pagelle del match

Prestazione da rivedere da parte dei rossazzurri che sbagliano troppo in fase di impostazione e di non possesso. Bene il neo arrivato Mazzarani e Baris, autore del gol del pari

Commenta per primo!

Pareggio scialbo per gli etnei di Rigoli che dopo essere passati in svantaggio in quel di Melfi, trovano la rete del pari a dieci minuti dal termine con Barisic. Passo indietro generale con poche idee e tanti errori individuali. Bene Di Grazia e il neo arrivato Mazzarani, oltre a Barisic, appunto autore del gol del pari. Ecco le valutazioni della nostra redazione:

Pisseri s.v. Mai inquadrato dalle telecamere, se non in occasione della rete di Defendi su cui è incolpevole.

Djordjevic 5,5 – Cerca di spingere, ma l’intesa con i compagni ed il piede non sono dei migliori. Giornata un storta per il terzino di Pino Rigoli

Mazzarani 6,6 – Entra e si sente. Subito una giocata frutto di classe ed intelligenza, poi lo stop sublime che dà il via all’azione che porta al pari di Barisic.

Bergamelli 5,5 – Fisico ed esperienza, ma prende parte alla dormita complessiva che favorisce il vantaggio dei padroni di casa

Gil 5 – Sfiora la rete di testa dopo pochi minuti, ma trova un reattivo Gragnaniello. Vanifica tutto con l’errore di posizionamento in occasione della rete di Defendi.

Nava 5,5 – Inizia con un liscio degno di ‘mai dire gol’ che fa capire che non è giornata. Il Melfi non spinge tanto, ma quando lo fa ci prova sempre dal suo lato, trovando spesso via libera. In avanti troppo impacciato

Biagianti 6 – In campo nonostante le condizioni fisiche precarie, il capitano etneo dimostra ancora una volta di sopperire alle difficoltà con la voglia e l’esperienza. Sue le uniche verticalizzazioni nel corso della prima frazione.

Bucolo 5,5 – Tanta sostanza e grinta. Non è un geometra della mediana, si sa, e l’azione non è fluida, ma recupera palloni e combatte fino all’ultimo. Leggero passo indietro rispetto alle ultime due uscite.

Di Cecco 5 – L’approccio non è dei migliori. Non trova la posizione ideale e sbaglia tanti servizi semplici.

Paolucci 5 – No, non è lui. Non difende palla, non entra nei meccanismi offensivi e quando gli capita l’occasione non ha la giusta cattiveria e coordinazione.

Russotto 5,5 – Vorrebbe da solo distruggere il mondo, ma raramente riesce a fare la differenza. Quando gioca in maniera semplice trova l’assist per la rete del pari di Barisic.

Di Grazia 6 – Il più pericoloso dei suoi, ma meno cattivo rispetto al derby col Messina. Cerca la giocata personale, ma manca il pragmatismo della settimana precedente. Comunque fra i più attivi e propositivi

Calil 5 – Tocca la prima palla della sua partita al trentacinquesimo minuto. Assolutamente impalpabile ed inerme nel gioco aereo contro i difensori avversari. Per fare la differenza dovrebbe abbassarsi maggiormente, ma non sempre lo fa con costrutto.

Barisic 6,5 – Mezzo punto in più per una rete che evita una pesante sconfitta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy