Lanciano-Catania 3-0 : le pagelle del match

Lanciano-Catania 3-0 : le pagelle del match

Anno nuovo vita, vecchia per il Catania che rimedia l’ennesima sconfitta esterna. A salvarsi sono solo Terracciano e Rosina, per il resto solo errori marchiani e prestazioni insufficienti..

Commenta per primo!

Anno nuovo vita, vecchia per il Catania che rimedia l’ennesima sconfitta esterna. A salvarsi sono solo Terracciano e Rosina, per il resto solo errori marchiani e prestazioni insufficienti.

Terracciano 6,5 – Uno dei pochi a salvarsi. Nel primo tempo tiene a galla i rossazzurri, ma poi è costretto a raccogliere impietosamente per tre volte il pallone in fondo al sacco.

Belmonte 5,5 – Il jolly difensivo arrivato ad inizio mercato non demerita da esterno, ma quando viene spostato al centro va in netta difficoltà. Non il peggiore del reparto, ma…

Sauro 4 – Come si può commettere quell’errore in occasione del raddoppio degli avversari? Ennesimo regalo made in argentina da parte di un giocatore decisamente sopravvalutato.

Spolli 6 – In campo per trenta minuti offre il suo contributo con esperienza e qualche intervento al limite. Poi la sfortuna lo costringe al forfait e l’intero reparto ne risente.

Escalante 5 – Entra al posto di Spolli, ma non si vede assolutamente in mezzo al campo. Corre, anzi cammina a vuoto senza offrire dinamismo nè argine davanti alla difesa.

Capuano 5 – Piccolo lo porta a spasso e lui non riesce mai a prendergli le misure. Dal suo lato arrivano i pericoli maggiori, ma non ci sono alternative all’emorragia.

Rinaudo 5 – Solita prestazione grintosa, ma un po’ fine a se stessa. L’argentino sgomita rimediando subito un giallo, ma il filtro non è quello ideale.

Coppola 5,5 – Dopo l’infortunio di Spolli viene sacrificato sull’out di sinistra, però va subito in difficoltà. Gatto ha un altro passo e ogni affondo è letale. Bisogna rivederlo nel ruolo accanto a Rinaudo.

Rosina 7 – L’unico vero motore del Catania. Entra nella ripresa e qualcosa cambia, peccato che non si possa clonare

Calaiò 5 – Brutta prestazione del centravanti palermitano che non riesce a spingere in fondo al sacco anche le palle più facili. Da rivedere il feeling con Maniero

Maniero 6 – Mezzo punto di incoraggiamento per la grinta dimostrata, ma ancora si deve lavorare tanto. Chissà cosa avrà pensato dopo il novantesimo con il Pescara vittorioso e il Catania devastato…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy