Cosentino attacca: “Pulvirenti un folle. Scandalo Catania? Sono estraneo ai fatti e vi dico perché”

Cosentino attacca: “Pulvirenti un folle. Scandalo Catania? Sono estraneo ai fatti e vi dico perché”

“Non so nulla di combine, sono estraneo a tutti i fatti che mi contestate, se lo avessi fatto sarei stato un folle e se lo ha fatto Pulvirenti è un folle lui”. Lo ha detto l’amministratore.

Commenta per primo!

“Non so nulla di combine, sono estraneo a tutti i fatti che mi contestate, se lo avessi fatto sarei stato un folle e se lo ha fatto Pulvirenti è un folle lui”. Lo ha detto l’amministratore delegato del Calcio Catania, Pablo Cosentino, nell’interrogatorio al gip. “Non conosco nessuno degli altri indagati tranne Delli Carri col quale avevo rapporti di lavoro”. Pablo Cosentino ha già lasciato il palazzo di giustizia accompagnato da suo legale l’avvocato Carmelo Peluso. Durante l’interrogatorio Cosentino ha contestato tutte le accuse. “Se questo fatto fosse vero sarebbe tutto l’opposto di quello che ho sempre fatto per il Catania, non avrei fatto una campagna acquisti a gennaio dispendiosa per potenziare la squadra, sarebbe veramente tutto contro quello che era il mio obiettivo: fare un club forte per vincere il campionato. Se avessi tentato di comprare delle partite sarei stato un folle, e se Pulvirenti lo ha fatto è un folle”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy