Catania-Monopoli 4-1, editoriale: nessun imprevisto, la striscia continua

Catania-Monopoli 4-1, editoriale: nessun imprevisto, la striscia continua

Terza vittoria consecutiva per il Catania di Pino Rigoli che liquida il Monopoli con una prestazione positiva su un campo al limite della praticabilità

Commenta per primo!

Il Catania continua a macinare punti senza lasciare le briciole agli avversari. Contro il Monopoli gli etnei hanno ottenuto la terza vittoria consecutiva, la sesta di fila al Massimino, con il record di reti siglate in una partita e tutto il reparto offensivo a segno. Insomma impossibile chiedere qualcosa di più, soprattutto su un manto di gioco messo a dura prova da una pioggia incessante ma che ha consentito ai rossazzurri di mantenere la stessa identità vista a Cosenza: possesso palla e aggressione sulle fasce.

Un copione già visto ma che non annoia assolutamente il palato dei tifosi etnei, entusiasti per la fluidità della manovra e per il recupero di alcuni elementi che sembravano persi. Scoppa e Russotto su tutti, infatti, meritano una menzione particolare perchè dopo il periodo difficile vissuto fino a qualche settimana fa, adesso sembrano essere giocatori rigenerati, messi a fuoco e desiderosi di offrire il proprio supporto da qui in avanti. Soprattutto il numero dieci, oltre al gol, ha dato dimostrazione di umiltà senza mai strafare, sfruttando l’ottimo feeling creatosi con Djordjevic, motorino instancabile sull’out mancino.

Ecco perché, dopo queste buone prestazioni, i loro nomi potrebbero essere definitivamente rimossi dal mercato in uscita, trasformandosi in due “acquisti” di lusso per il mercato invernale. Tutto gira nel verso giusto dunque, comprese le sostituzioni forzate come quella di Barisic, lanciato in campo da prima punta al posto dell’infortunato Anastasi e autore di una prestazione di altissimo livello. Scontento Paolucci per la panchina? Non proprio perché il numero nove entra nel finale e segna dal dischetto.

Bene così. Catania in piena corsa play off, convinto degli propri mezzi e con una nuova mentalità. La svolta sembra essere davvero arrivata, e adesso testa proiettata verso il derby contro il Siracusa, una delle squadre più in forma con tredici punti nelle ultime sei giornate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy