Catania-Avellino 1-0: le pagelle del match

Catania-Avellino 1-0: le pagelle del match

Vittoria che fa morale per il Catania che non esalta sotto il profilo del gioco, ma trova ossigeno per la classifica. Ottima la prestazione di Terracciano e Capuano, baluardi della difesa.

Commenta per primo!

Vittoria che fa morale per il Catania che non esalta sotto il profilo del gioco, ma trova ossigeno per la classifica. Ottima la prestazione di Terracciano e Capuano, baluardi della difesa rossazzurra. A deludere invece sono ancora Sciaudone e Maniero, lontani parenti dei giocatori visti a metà gennaio.

Terracciano 7.5 – Ottima prestazione per l’estremo difensore rossazzurro che non soffre la pressione dell’assenza del titolare Gillet e dell sfida da ex. Chiude lo specchio in tre occasioni risultando il migliore dei suoi.

Del Prete 6 – Parte titubante, ma col passare dei minuti trova gamba e consapevolezza. I suoi cross sono sempre insidiosi e non è un caso se su un suo suggerimento arriva il rigore dell’uno zero. L’ingresso di Zito lo mette in difficoltà, ma alla fine se la cava.

Sauro s.v.

Capuano 7 – Il centrale campano entra ed erige un muro davanti a Terracciano. Solido e pragmatico, sopperisce ad una giornata opaca del collega Ceccarelli. Quando serve il carattere lui non si tira mai indietro.

Caccerelli 6 – Partita non esaltante per il difensore ex Spezia che soffre prima la fisicità di Comi, poi la tecnica di Castaldo. Buon per lui che che a togliere le castagne dal fuoco ci fosse Terracciano.

Mazzotta 5,5 – Non il solito Mazzotta. Timido in fase offensiva, impreciso nel posizionamento difensivo. 

Sciaudone 5 – Anche oggi occasione sprecata per l’ex centrocampista del Bari che si limita a difendere senza mai proporsi con convinzione dalle parti di Frattali. Ancora disperso il vero Sciaudone.

Rinaudo 5 – Quanti errori in fase di impostazione… Incongruenza tattica per lui che non è un regista, ma gli si chiede di creare gioco.

Odjer 6,5 – Il giovane ghanese dimostra di avere grinta e personalità da vendere. I piedi non sono educatissimi, ma non si possono pretendere miracoli. Ancora una gara positiva, sporcata solo dall’infortunio che lo costringe alla sostituzione.

Escalante s.v.

Rosina 5 – Troppi errori in fase realizzativa che hanno lasciato la panchina in bilico fino al novantesimo. Serve più cattiveria e determinazione negli ultimi venti metri, ma una prestazione opaca per un giocatore che fino ad oggi ha tirato la carretta è più che giustificabile.

Maniero 5 – Si sbraccia e si danna, ma i risultati sono minimi. Purtroppo sembra aver perso di convinzione e nonostante la voglia sia quella giusta, non riesce ad incidere come dovrebbe. Anche l’intesa con Calaiò non sembra migliorare.

Castro 6,5 – Entra e mette a referto un palo ed un assist. Non una prestazione indimenticabile, ma alla fine la sufficienza è pienamente meritata.

Calaiò 7 – Solo applausi per il numero nove che furbescamente guadagna il calcio di rigore e poi lo realizza. Oltre alla vena da cannoniere, ad esaltare il pubblico etneo è il continuo lavoro sporco riuscendo a fare reparto da solo. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy