Brescia-Catania 4-2: le pagelle del match

Brescia-Catania 4-2: le pagelle del match

Sconfitta pesante ed umiliante per il Catania che in quel di Brescia subisce quattro reti e si rigetta nella corsa salvezza. Male la difesa, statica ed imprecisa, inconsiste il centrocampo e.

Sconfitta pesante ed umiliante per il Catania che in quel di Brescia subisce quattro reti e si rigetta nella corsa salvezza. Male la difesa, statica ed imprecisa, inconsiste il centrocampo e quantomai sterile e impacciato l’attacco.

Gillet 5 – Immobile in più di un’occasione sulle conclusioni dei lombardi. Non ha responsabilità sulle reti avversarie, ma sembra meno reattivo del solito.

Capuano 5 – Al suo cospetto Zambelli sembra il Maicon dei giorni belli. Soffre maledettamente le sovrapposizioni della catena avversaria, e non è un caso se Sestu risulti la scheggia impazzita fra le Rondinelle.

Ceccarelli 4,5 – Irriconoscibile e impotente. Il difensore rossazzurro risulta lento e impacciato non riuscendo mai a trovare le contromisure per arginare la velocità di Velotti.

Schiavi 4,5 – Il nervosismo prende il sopravvento e la sua partita è caratterizzata da interventi scomposti e appoggi errati. Pessima la prestazione in coerenza con tutto il resto del reparto.

Sauro 4,5 – Entra nella ripresa e miracolosamente riesce a peggiorare la situazione.

Belmonte 4,5 – Non spinge e non copre. Praticamente una bella satuina in balia degli avversari.

Martinho 6 – Almeno ci mette la voglia.

Coppola 4,5 – Perde subito le misure iniziando a vagare per la mediana. La squadra è lunga e la responsabilità è anche sua.

Rinaudo 5,5 – Corre e sgomita in un centrocampo allo sbando. Prova ad arginare le ripartenze bresciane, ma il più delle volte è una missione impossibile.

Sciaudone 5,5 – In attacco si rende pericoloso con una traversa ed un’incornata insidiosa, ma tatticamente è disastroso. Corricchia ed in fase di non possesso lascia Belmonte solo davanti agli attacchi del duo Sestu-Scaglia.

Rosina 5,5 – Ritrova la rete dopo mesi di digiuno, ma non basta per fargli ottenere la sufficienza. Tocca la palla troppe volte, mandando in confusione gli stessi compagni.

Maniero 4,5 – E’ sceso in campo? Ah bene a sapersi…

Castro 6 – Entra e smuove le acque. Peccato che predichi nel deserto…

Calaiò 4,5 – La fotografia della sua prestazione è il colpo di testa sterile e innocuo con cui da due metri ‘passa la palla’ ad Arcari. Male il numero nove che rimane avulso dal gioco e non fa nulla per lasciare il segno.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy