Perinetti-Mediagol: “Stagione del Palermo, Boscaglia e Filippi, ho la mia idea. Cessione del club? Ho sentito Ferrero, vi dico tutto”

L’intervista esclusiva concessa dal ds del Brescia, Giorgio Perinetti, alla redazione di Mediagol.it

palermo

L’Intervista

Dirigente esperto e dalle competenze trasversali sul piano gestionale, tecnico e amministrativo.

Spesso profilo professionale plenipotenziario e di riferimento nei numerosi club per cui ha lavorato. Giorgio Perinetti ha legato il suo nome al Palermo a più riprese, in epoche calcistiche e momenti storici diversi, conquistando prima una sofferta promozione dalla C alla B nell’era Sensi, quindi un’entusiasmante cavalcata che riportò subito il club rosanero di Maurizio Zamparini in Serie A nel 2013-2014. Successi ed obiettivi raggiunti dietro la scrivania e sul rettangolo verde,  valorizzando numerosi giovani calciatori oggi nell’olimpo del panorama calcistico internazionale. A Venezia ha firmato un altro ciclo importante, riportando in auge il club lagunare e tirandolo fuori dalle categorie inferiori, Roma, Juventus e Napoli tra i top club che si sono avvalsi della collaborazione del dirigente romano. L’ avventura tribolata con il Genoa di Preziosi, oggi Perinetti è polo manageriale del Brescia targato Massimo Cellino, protagonista di una stagione altalenante e travagliata nel campionato di Serie BMassimo Ferrero l’aveva già individuato come figura dirigenziale di riferimento, qualora l’imprenditore romano avesse prevalso in occasione dell’avviso pubblico finalizzato ad assegnare il titolo sportivo del nuovo Palermo. Le cose sono andate diversamente, il progetto che ha maggiormente convinto l’amministrazione comunale è stato quello di Hera Hora, soggetto creato ad hoc da Dario Mirri e Tony Di Piazza per costituire l’attuale società rosanero. La giovane ma intensa parabola del nuovo Palermo è ormai nota. La cavalcata trionfale in Serie D, le numerose difficoltà affrontate nel corso di una stagione in Serie C partita con ben altre aspettative. Le frizioni tra Mirri e Di Piazza, l’incubo Covid-19 e la recessione economica che ha scompaginato i bilanci previsionali complicando il quadro finanziario. Gli errori in sede di costruzione dell’organico ed il ciclo Boscaglia troncato sul nascere, tra risultati deludenti, traversie tattiche e relazionali, una rosa non propriamente funzionale per caratteristiche al credo calcistico dell’ex tecnico rosanero rilevato dal suo ex vice, Giacomo Filippi. La speranza di centrare i playoff e giocarsi le residue chances, le incognite sul futuro del club una volta che le strade dell’attuale presidente e dell’immobiliarista italoamericano si divideranno definitivamente. Presente e futuro del Palermo  oggetto del pensiero di Giorgio Perinetti, intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it.

Sfoglia le schede per leggere l’intervista completa al ds del Brescia ed ex dirigente del Palermo, Giorgio Perinetti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy