Russia 2018, Brasile-Belgio: insulti razzisti a Fernandinho dopo la gara, la risposta della CBF e di Casemiro…

Russia 2018, Brasile-Belgio: insulti razzisti a Fernandinho dopo la gara, la risposta della CBF e di Casemiro…

Nel giorno del ritorno a casa della Nazionale carioca dopo l’eliminazione dai Mondiali russi in favore del Belgio, la Federcalcio brasiliana (CBF) scende in campo per difendere Fernandinho

Nel giorno del ritorno a casa della Nazionale carioca, atterrata all’aeroporto Tom Jobim di Rio de Janeiro, la Federcalcio brasiliana (CBF), scende in campo per difendere lo sfortunato Fernandinho.

Il centrocampista del Manchester City, chiamato a sostituire lo squalificato Casemiro (compito arduo per chiunque), ha causato l’autogol che ha dato il via alla sconfitta subita dalla selezione verdeoro contro il Belgio. Per questa ragione in tanti sui social non lo hanno affatto perdonato, anzi bersagliandolo con dei gravissimi insulti razzisti (come “scimmia” e “sporco negro“) indirizzati a lui ma anche alla famiglia.

Così la CBF ha diffuso un messaggio via Instagram per condannare con pugno fermo l’accaduto: La CBF ripudia con forza gli attacchi razzisti subìti da Fernandinho e dai familiarisi legge nella nota -. Il calcio rappresenta l’unione dei cuori, dei generi, delle culture e dei popoli. Siamo con te, i razzisti non passerranno!#SayNoToRacism“.

In difesa di Fernandinho ha parlato anche lo stesso Casemiro: “Quando si perde, si perde tutti, così come quando si vince, si vince tutti. Fernandinho è stato sfortunato in occasione dell’autogol, ma è assurdo prendersela con lui“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy