Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Moratti: “Scudetto? Impressionato dal Napoli. Mourinho vincerà anche a Roma”

Moratti: “Scudetto? Impressionato dal Napoli. Mourinho vincerà anche a Roma”

Inter-Roma, il ritorno di José Mourinho a San Siro e non solo: le dichiarazioni rilasciate da Massimo Moratti

Mediagol ⚽️

"Scudetto? Non parlo di favorite. Dico che può vincerlo l’Inter, ma non sarà facile. Il Napoli mi sta impressionando molto, ha un asse centrale molto forte e mi sembra che abbia superato bene il momento di difficoltà". Lo ha detto Massimo Moratti, intervistato ai microfoni del "Corriere dello Sport". Diversi sono stati i temi trattati dall'ex presidente dell'Inter: dalla lotta scudetto, con gli uomini di Simone Inzaghi reduci dalla sconfitta rimediata in occasione del derby della Madonnina, al ritorno a San Siro da avversario di José Mourinho. Dopo l'addio all'Inter e quel Triplete del 2010, lo Special One affronterà per la prima volta al "Meazza" i nerazzurri. "Il ritorno di Mourinho a San Siro da avversario non me lo perderei per niente al mondo", ha proseguito Moratti.

IL RITORNO - "Lo ammetto, un po' mi farà impressione vederlo salire dalla scala degli spogliatoi e accomodarsi sulla panchina ma non dell’Inter. So già che mi emozionerò perché mi torneranno alla mente le immagini di quando è stato protagonista con noi: all’Inter e a Milano José ha regalato tante cose belle che non si dimenticano con il passare del tempo. Unica squadra italiana a centrare il triplete. Suona bene anche a distanza di tempo (ride, ndr) e per questo sarà un piacere rivedere Mourinho a San Siro. A dire la verità in me c’è anche un po’ di curiosità per la sua nuova veste. Finora al Meazza lo avevo visto come avversario del Milan, mai dell’Inter. Se tiferò per lui? No, non scherziamo... Anche se per lui nutro molta simpatia, io tifo per l’Inter. José lo sa e lo capirà. Credo che si emozionerà, perché all’Inter e agli interisti è davvero legato, ma nessuno si aspetti regali".

MOU ALLA ROMA -"All’inizio pensavo avesse una buona squadra, ma non una rosa completa per competere per il titolo e in effetti non mi sbagliavo. Adesso mi sembra che la squadra sia stata migliorata e può disputare una buona seconda parte di stagione. Per lui è una nuova avventura, in una piazza calda e non semplice: gli va dato tempo, ma farà bene. Convinto che vincerà qualcosa anche nella Capitale? Secondo me sì. La sua carriera parla per lui: certo, gli va dato tempo di costruire, ma sulle sue capacità e sul fatto che sia un vincente non ho dubbi. E' entrato nel cuore dei tifosi giallorossi? Normale. E’ uno che si sa far voler bene, ma è anche bravo, serio e professionale. Conquista tutti perché non prende superficialmente l’incarico che gli viene affidato e dà tutto se stesso per ottenere i risultati che gli sono stati chiesti. O magari di più. I Friedkin hanno preso uno dei migliori in circolazione. E poi il suo ritorno è stato importante anche per il calcio italiano: un allenatore con la sua sua intelligenza, la sua presenza mediatica e le sue capacità professionali è un valore aggiunto per la Serie A", ha concluso.

tutte le notizie di