Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

Le dichiarazioni

Fiorentina-Juventus, Allegri: “Non era facile. Domani rientra Dybala, Vlahovic…”

Fiorentina-Juventus, Allegri: “Non era facile. Domani rientra Dybala, Vlahovic…”

Le dichiarazioni dell'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, a margine della semifinale d'andata di Coppa Italia contro la Fiorentina di Vincenzo Italiano

Mediagol ⚽️️

Vittoria in extremis per la Juventus di Massimiliano Allegri che è passata sul campo della Fiorentina grazie ad un autogol al 92' di Venuti. A propiziare la rete bianconera un cross di Cuadrado, sempre tra i più pericolosi del roster a disposizione dell'ex coach del Milan. Si deciderà, comunque, tutto al ritorno in programma verosimilmente nella settimana del 20 aprile all'Allianz Stadium, con la Juventus nettamente favorita rispetto alla squadra di Italiano grazie al gol trovato in extremis dopo un cross dell'ex di turno. A margine della sfida valida per l'andata della semifinale di Coppa Italia è intervenuto ai microfoni di Mediaset il coach Massimiliano Allegri. Di seguito, le dichiarazioni del tecnico bianconero.

IL MATCH- "C'è da fare i complimenti alla Fiorentina, ha disputato una buona partita. E' stata una gara anche un po' bloccata: abbiamo difeso bene e ci sono stati errori tecnici dei nostri avversari in attacco. Nell'ultimo passaggio abbiamo commesso qualche errore, con Cuadrado potevamo segnare prima ma vincere a Firenze non era facile anche perché mancavano tanti giocatori. Abbiamo dato un grande segnale di maturità: stasera tutti bravi, ma Danilo ha dato l'esempio: è un giocatore straordinario e di un livello altissimo".

L'EMERGENZA- "Intanto da domani rientrano Dybala, Bernardeschi e Rugani. Arthur ha sicurezza nel palleggio, a volte gigioneggia un attimo ma è in fiducia e ha fatto una buona gara. Stiamo bene fisicamente e mentalmente, ma ora dobbiamo mettere da parte questa gara perché domenica c'è lo Spezia".

DIFESA A TRE-"Ho visto una squadra ordinata, la Fiorentina è una squadra che sulle corsie esterne crea superiorità. Bisognava giocare meglio usciti dalla pressione, giocare di più nella metà campo avversaria, ma pian piano si migliora e la squadra sta trovando sempre più fiducia".

VLAHOVIC- "Lui deve migliorare a giocare con la squadra e stasera l'ha fatto meglio. Ora giochiamo di più sulle punte e questo è un altro passetto in avanti fatto: giocare sempre allo stesso modo può essere un vantaggio ma anche un limite perché poi gli altri ti osservano".

tutte le notizie di