Barcellona, Quique Setién si presenta: “Arrivo con tanto entusiasmo, sono ancora incredulo. Che emozione allenare Messi!”

Barcellona, Quique Setién si presenta: “Arrivo con tanto entusiasmo, sono ancora incredulo. Che emozione allenare Messi!”

Il neo allenatore del club catalano nel primo pomeriggio è stato presentato alla stampa: l’ex Betis Siviglia ha preso il posto di Ernesto Valverde, per quest’ultimo è stata decisiva la sconfitta subita in Supercoppa di Spagna

Il Barcellona ha deciso di esonerare Ernesto Valverde, al suo posto Quique Setién.

Liga, Barcellona: il club catalano esonera Ernesto Valverde, c’è il nome del nuovo tecnico

Il neo tecnico dei blaugrana è stato ufficializzato nella serata di lunedì e ha firmato un contratto di due anni e mezzo, l’ex tecnico del Betis era fermo da qualche mese dopo aver guidato proprio gli andalusi fino al giugno del 2019. Nel primo pomeriggio il tecnico di Santander è stato presentato ai media, di seguito le sue prime dichiarazioni da manager del Barça.

Fiorentina-Atalanta, Gasperini: “Affrontiamo una squadra affamata, Coppa Italia un nostro obiettivo”

“Sono una persona emotiva e non nascondo che questo per me è un gioco speciale. Voglio trasmettere il mio entusiasmo e la mia voglia alla squadra, normalmente non è complicato per me farlo. Ieri passeggiavo al mio paese e oggi mi trovo nella sede del Barcellona, allenando i migliori giocatori al mondo, in una squadra enorme che non si può migliorare perché è il massimo. Voglio spendere una parola su Ernesto Valverde e apprezzo il lavoro che ha fatto. Obiettivo? Vincere tutto quello che si può vincere. Questo dev’essere sempre l’obiettivo di questa squadra. E giocare bene. Il miglior modo per vincere è giocare bene. Emozionato di allenare Messi? Non sono cosciente al momento di cosa significhi oggi sedermi e allenare il miglior giocatore al mondo e i suoi compagni. Una cosa è l’ammirazione per un giocatore, un’altra è la realtà, relazionarmi con tutti questi giocatori. Sono certo che avremo una relazione straordinaria, vedranno che sono una persona sincera, diretta e con cui si può parlare. Ogni volta che subentra un nuovo allenatore c’è uno stimolo fra i giocatori che si nota e l’ho visto già nel primo allenatore. Noi allenatori siamo tutti diversi, abbiamo modi diversi per approcciarci e allenare, non so se i miei modi siano migliori o peggiori, ma sono miei. E credo che si possa far meglio. Arrivo con una energia enorme e credo che sappiamo bene cosa dobbiamo fare”.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy