Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

ROMA-INTER

Inter-Roma, Inzaghi: “Per noi una finale, Mourinho top. Arbitri e scudetto…”

Inter-Roma, Inzaghi: “Per noi una finale, Mourinho top. Arbitri e scudetto…”

Le dichiarazioni di Simone Inzaghi, tecnico dell'Inter, in vista della prossima sfida di Serie A contro la Roma di Mourinho

⚽️

In occasione della trentaquattresima giornata di Serie A, l'Inter affronterà la Roma di Mourinho sabato 23 aprile alle ore 18.00 a San Siro. All'andata,  nella gara disputatasi l'otto febbraio, i neroazzurri sono riusciti ad ottenere i tre punti, grazie alle marcature di EdinDžeko - in gol dopo soltanto due minuti dal fischio di inizio - e Alexis Sánchez.

Nel corso della conferenza stampa pre-partita, il tecnico dell'Inter Simone Inzaghi ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

ROMA - "Per noi è una finale. Affrontiamo una delle squadre più forti del campionato, è in un ottimo momento, hanno un grande allenatore. La affronteremo con attenzione, sapendo che è una partita molto importante".

VIDAL E TURNOVER -  "Correa ha giocato bene, così come gli altri. Valuteremo tutti, credo siano tutti disponibili tranne Vidal . Sabato deciderò la formazione. Ho la fortuna di avere Gagliardini e Vecino, che si stanno allenando perfettamente e ci daranno una grande mano; Vidal ha fatto tante partite, purtroppo sul 3-0 ci ha lasciato una caviglia, speriamo possa rientrare".

GOSENS E PERISIC - "Ho la fortuna di allenare sia Gosens che Perisic. Sono due grandissimi calciatori e stanno molto bene. Li ho già fatti giocare contemporaneamente con il Verona negli ultimi 20'. Potrei anche mettere Perisic a destra ma ho Dumfries e Darmian che stanno facendo un grande campionato. Sono felice di avere scelte e poter scegliere perché stanno bene. E' una grandissima fortuna".

ARBITRI -  "Abbiamo una delle classi arbitrali migliore d'Europa; possono sbagliare anche gli arbitri, così come allenatori e calciatori. Alla fine dell'anno gli episodi si pareggiano".

SCUDETTO - "Questa settimana, con tre impegni, è importantissima: quest'anno arriveremo a 53-54 partite, ci aspettano sei finali da qui alla fine. Juventus-Inter? No, non è stata decisiva. I ragazzi lavorano da luglio molto bene, ma la strada è ancora lunga. L'auspicio è di avere tutti a disposizione per poter scegliere nelle prossime partite"

L'Inter arriverà all'Olimpico certamente decisa ad ottenere l'intera posta in palio,, d'altronde, l'obiettivo stagionale dei nerazzurri rimane quello di scavalcare i rivali del Milan in modo da vincere per la seconda volta consecutiva il titolo di Serie A. I giallorossi, di contro, hanno ancora la possibilità di raggiungere il quarto posto, provando a raggiungere e superare la Juventus di Massimiliano Allegri.

 

 

 

 

tutte le notizie di